Carrello 0
AZIENDE

CTE al Bauma 2013 con novità per TRACCESS e ZED

Commenti 1969

La più grande fiera del settore delle costruzioni

Commenti 1969
12/02/2013 - Anche quest’anno CTE rinnova la sua presenza al Bauma presentando interessanti novità. Alla nota fiera internazionale che si terrà a Monaco dal 15 al 21 aprile, esporrà in uno stand di 300 mq (Area esterna F11 – Stand 1102/4). Le novità esposte per questa edizione riguardano la gamma di piattaforme cingolate TRACCESS e la stabilizzazione variabile della piattaforma autocarrata ZED 20.2 HV.

I prodotti esposti allo stand saranno:
ZED 20.2 HV: piattaforma autocarrata articolata con stabilizzazione variabile – NOVITÀ 2012
ZED 23 JH: piattaforma autocarrata articolata con 23 m di altezza di lavoro su patente B – NOVITÀ 2012
B-Lift 230 Pro H: piattaforma telescopica della gamma pro con 22,5 m di altezza di lavoro
B-Lift 390 HR: piattaforma telescopica della gamma high range con 39 m di altezza di lavoro
TRACCESS 230: piattaforma semovente cingolata che raggiunge un’altezza di lavoro di 23 metri

Verranno presentate in anteprima mondiale novità di prodotto per la gamma Traccess nella fascia di altezza tra i 13 e i 15 metri, per la quale al momento preferiamo non svelarne i dettagli.

Piattaforma autocarrata articolata ZED 20.2 HV:
Caratteristica principale è la portata maggiorata fino a 300 kg a 20 m di altezza di lavoro grazie all'optional della cella di carico. Su questo versante CTE soddisfa le sempre più frequenti richieste del mercato europeo di fornire macchine su patente B con portate maggiorate per avere più versatilità nell'utilizzo. Il mezzo si presenta sempre compatto, con un’altezza da chiusa di soli 2,5 mt. Importantissima novità è inoltre l’unica area di lavoro (come da filosofia ZED) con massime prestazioni su tutta l'area di lavoro. La prestazione della rotazione ralla è stata aumentata passando da 320°+320° a 340°+340°. Il modello è nato con la stabilizzazione ad H brevettata a bielle: un sistema brevettato da CTE che garantisce la fuoriuscita della trave, e di conseguenza dello stabilizzatore, in un unico movimento, senza ausilio di martinetti e di cilindri. La stabilizzazione ad H consente di avvicinarsi ai marciapiedi ed evitare lo strisciamento degli stabilizzatori. Si rivela quindi perfetta in tutte le occasioni in cui si deve operare in spazi ristretti e angusti. La stabilizzazione ad H garantisce inoltre un’escursione dello stabilizzatore per permettere il superamento di ostacoli (ad esempio marciapiedi) fino a 220 mm, misura nettamente superiore (83%) rispetto alla versione A+A, (120 mm). In questo modello in esposizione al Bauma è stata introdotta la stabilizzazione variabile, cioè un sistema che consente di stabilizzare la macchina a seconda delle esigenze del tipo di lavoro e della tipologia di terreno: stabilizzazione in sagoma oppure completamente estesa, e stabilizzazione solo sul lato destro, oppure solo sul lato sinistro. Più opzioni per garantire versatilità su tutti i tipi di cantieri.

Piattaforma autocarrata articolata ZED 23 JH:
presentata per la prima volta al pubblico alla fiera bolognese Saie 2012, la piattaforma autocarrata articolata ZED 23 JH è nata come sorella maggiore della ZED 21 JH con l’obiettivo di riproporne le caratteristiche di successo: Jib, portata maggiorata 250 kg, doppio braccio articolato, compattezza, design pulito anche su una 23 m. ZED 23 JH è l’unica piattaforma autocarrata sul mercato che raggiunge un’altezza di 23m con jib e con una portata unica di 250 kg. Il jib consente l’agevole scavalco di ostacoli e il lavoro in spazi ristretti. Avere una portata unica di 250 kg consente di non avere limitazioni elettroniche, questo per ridurre la complessità nell’utilizzo e renderla il mezzo adatto per le compagnie di noleggio. Anche questo modello presenta la stabilizzazione ad H brevettata a bielle: stabilizzazione con un unico movimento, compattezza, facile superamento ostacoli. Il braccio, come per la 21 JH, ha una configurazione più compatta e quindi meno ingombrante: il braccio telescopico è infatti parallelo al braccio articolato. I tubi sono posizionati all’interno del braccio e risultano essere riparati e protetti. Il jib si presenta con un’inclinazione aumentata da 110° a 145°. Per garantire migliore visibilità e facilità di utilizzo del quadro comandi, è stato inclinato rispetto all’operatore e riparato da un nuovo pannello di controllo, più ergonomico della versione precedente. Per quanto riguarda il peso della piattaforma, la torretta è stata alleggerita e lo snodo di attacco del braccio telescopico è stato ridisegnato per raggiungere lo standard di peso di 3.300 kg per Euro 5 (versione italiana). Questo grazie al nuovo materiale Docol 1200, con spessore 2mm anziché 3mm, che garantisce le stesse caratteristiche di solidità della macchina, ma con peso minore.

Piattaforma semovente cingolata TRACCESS 230:
raggiunge 23 m di altezza di lavoro con uno sbraccio di 12 m e una portata di 200 kg sull’intera area di lavoro. È la più compatta della sua categoria, grazie alle sue ridotte dimensioni (78 cm di larghezza e 1,99 m di altezza) riesce infatti a passare anche attraverso le porte. Con le sue 4 differenti aree di lavoro si rivela adatta a tutti quei lavori che si svolgono in spazi ristretti e che richiedono una stabilizzazione particolare, come ad esempio tra gli alberi per l’arboricoltura o in strade sterrate e sconnesse. Presenta inoltre un jib che misura 2,1 m e un angolo in positivo di 10°. Grazie alla forma a “Z” del braccio, la macchina ha zero ingombro di coda in tutte le posizioni di lavoro, e ciò la rende ideale per operare in spazi ridotti e sulle strade.

Piattaforma autocarrata telescopica B-Lift 230 pro H: raggiunge 22,5 m di altezza di lavoro con uno sbraccio massimo di 12 m e una portata massima di 250 kg. Presenta un braccio telescopico a quattro elementi (braccio base + 3 sfili) e stabilizzazione ad H. La torretta ha una rotazione di 540° non continua su cuscinetto a ralla, i comandi elettroidraulici sono proporzionali a manovre simultanee (joystick ergonomici).

Piattaforma autocarrata telescopica B-Lift 390 High Range:
B-LIFT HIGH RANGE è il fiore all'occhiello della linea B-LIFT,  i suoi modelli raggiungono altezze di lavoro da 39 a 61m di lavoro. B-LIFT HIGH RANGE è una nuova linea di piattaforme in grado di rispondere alla necessità di segmenti di mercati diversi, attraverso una progettazione integrata e con prestazioni in grado di competere sul mercato mondiale con la concorrenza di riferimento. Ampia disponibilità di opzioni e personalizzazioni per gli utilizzi più gravosi. Il modello B-Lift 390 raggiunge 39 m di altezza di lavoro con 26,3 m di sbraccio massimo e una portata massima di 450 kg. Presenta un braccio telescopico a quattro elementi (braccio base + 3 sfili) e stabilizzazione ad H. La torretta ha una rotazione di 540° non continua su cuscinetto a ralla, i comandi elettroidraulici sono proporzionali a manovre simultanee (joystick ergonomici).


CTE su Edilportale.com
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Cosa è cambiato con il decreto SCIA 2? Rispondi al quiz! Partecipa