Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus, in arrivo deroghe alle distanze e varianti semplificate
RISPARMIO ENERGETICO Superbonus, in arrivo deroghe alle distanze e varianti semplificate
AZIENDE

Proclamati i vincitori della 5°edizione di “TRATTATI DA RE”, il concorso promosso da FILA Surface Care Products

Commenti 2959
07/02/2013 - Proclamati i vincitori della 5°edizione di “TRATTATI DA RE”, il concorso promosso da FILA Surface Care Products dedicato ai Maestri Trattatori e Trattatori Fila, che premia i migliori interventi realizzati con prodotti Fila.
Per la categoria “Intervento di recupero di bene storico” hanno vinto i fratelli Bergantin con il trattamento del Castello di Murisengo (Alessandria); per il “Trattamento di architettura contemporanea” vince l’intervento al Centro Congressi Arezzo Fiere realizzato da Alessandro Puracchio.

Al concorso hanno partecipato 24 progetti, di cui 16 candidati nella categoria “bene storico” e 8 quelli nella categoria “architettura contemporanea”: un successo in termini di partecipazione che rende questa quinta edizione del concorso "Trattati da re" la più ricca di progetti in gara.

“Il Concorso – commenta il Presidente Flavio Beniamino Pettenon – è nato nel 2006 per segnalare i migliori interventi di recupero di pavimenti realizzati dai Maestri Trattatori Fila e premiare quei professionisti che sono i migliori testimonial della nostra filosofa aziendale, basata sulla qualità, la formazione, la ricerca, l’innovazione. Alla 5° edizione i lavori che hanno partecipato nelle due categorie testimoniano la grande crescita del Concorso per le soluzioni tecniche individuate, per la creatività nell’impiego dei nostri prodotti, per la qualità dei lavori presentati e per il prestigio dei siti trattati”.

I lavori sono stati valutati da una giuria tecnica presieduta dalla Sovrintendente per i beni architettonici e paesaggistici per le province di Venezia, Belluno, Padova e Treviso Soprintendente Arch. Sabina Ferrari e composta da rappresentanti dell’editoria tecnica e delle associazioni di rappresentanza e da professionisti ed esperti del settore.

I criteri di valutazione sono stati studiati per valorizzare tutta la professionalità dei Maestri Trattatori FILA: il valore storico o architettonico del sito trattato, la creatività nella scelta e nell'applicazione dei prodotti, la difficoltà del trattamento, il valore commerciale dell'intervento ma anche la qualità della presentazione.

Anche per questa edizione, i prodotti FILA sono stati impiegati in ambienti di grande valore storico o di pregio architettonico in contesti contemporanei dai Maestri Trattatori Fila, professionisti del dopo posa e del trattamento di recupero di pavimenti e rivestimenti che Fila ha selezionato in Italia, mantenendoli sempre aggiornati con corsi di formazione e offrendo loro un’accurata assistenza tecnica in cantiere.

CASTELLO DI MURISENGO per la categoria "Intervento di recupero di bene storico, pubblico o privato, in interno o in esterno"
Il castello di Murisengo (Alessandria), più volte assediato nel corso dei secoli, esisteva già nel 1164 quando Federico Barbarossa concesse il feudo di Murisengo ai marchesi del Monferrato. Fortificazione medievale per antonomasia, ha una splendida torre merlata costruita nel 1510. Il castello al suo interno possiede sale sontuose con interessanti raccolte artistiche, una galleria di pregevoli tele e arredamenti in stile barocco. La sua storia millenaria ha almeno due “celebri inquilini”: nella quiete di queste stanze, Silvio Pellico scrisse nel 1813 la sua famosa tragedia “Francesca da Rimini”, mentre all’inizio del ‘900 vi alloggiava il Re Vittorio Emanuele III.

L’attuale proprietario, con la consulenza della Sovraintendenza per i Beni Architettonici e il Paesaggio, ha effettuato una radicale ristrutturazione su gran parte del castello, recuperando la parte disabitata oramai in rovina e riportando alla bellezza originale i soffitti a cassettone, le pareti in pietra e tufo, gli affreschi e le pavimentazioni in cotto e legno.

I trattatori Edy e Vittorio Bregantin hanno usato una vasta gamma di prodotti Fila per affrontare alcuni interventi su superfici problematiche e difficoltose per il loro stato di degrado dovuto all’incuria nel tempo. L’intervento, che ha riguardato circa 1.800 mq di superficie totale, è durato quasi un anno in cui sono stati impiegati specifici prodotti Fila a seconda dei diversi materiali da trattare: pavimentazioni in cotto, pareti in tufo mattoni e pietre, rivestimenti di pietre e tozzetti, travi in legno. La pulizia delle pavimentazioni in cotto, in particolare, è apparsa fin da subito complessa a causa di un precedente trattamento con “rosso sangue di bue”. Tuttavia, l’uso di FILAMAX (detersolvente decerante ideale per la rimozione di vecchi trattamenti) insieme a FILAPS87 (detergente smacchiante sgrassatore per cotto), ha permesso un trattamento eccellente che ha restituito al Castello di Murisnego un pavimento perfetto.

CENTRO CONGRESSI DI AREZZO per la categoria "Trattamento di architettura contemporanea di bene pubblico o privato, in interno o in esterno"
Il Centro Congressi Arezzo Fiere è composto da una struttura modulare che può arrivare fino a 13.000 mq e contenere fino a 900 posti a sedere; viene impiegato come sala polifunzionale per allestire congressi, spettacoli e concerti ma anche, grazie alla sua eleganza, come auditorium per musica lirica, sinfonica e da camera.

Il trattatore Alessandro Puracchio ha usato due prodotti della gamma Fila per trattare una zona del centro congressi in cui era stato posato del granito cinese ““Absolute Black”. Le mattonelle, infatti, dopo essere state levigate, avevano perso il colore originale passando da un nero intenso ad un grigio opaco e vi erano macchie di olio idraulico sulla superficie, dovute ad una perdita del carrello elevatore. Una volta rimosso lo sporco di segatura, cartongesso e residui di vernice, il pavimento è stato lavato con una monospazzola usando FILACLEANER, il detergente delicato altamente biodegradabile che pulisce delicatamente e rispetta anche le superfici più sensibili.

Con il pavimento perfettamente pulito e asciutto, sono state passate due mani (a distanza di 24 ore una dall’altra) di FILASTONE PLUS, il protettivo ravvivante che protegge ed esalta il colore originale delle superfici in granito. Infine,  trascorse 12 ore dalla seconda mano, è stato rimosso il residuo di prodotto lavando nuovamente il pavimento con FILACLEANER, con un risultato eccellente che ha riconsegnato al Centro Congressi di Arezzo un pavimento in “Absolute Black” perfetto, all’altezza della sua fama internazionale.


Fila Industria Chimica su Edilportale.com

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui