Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Bonus ristrutturazioni, come funziona la detrazione se varia il numero delle unità immobiliari?
NORMATIVA Bonus ristrutturazioni, come funziona la detrazione se varia il numero delle unità immobiliari?
CASE & INTERNI

Tel Aviv: la nuova sede Google firmata Camenzind Evolution

di Eleonora Usseglio Prinsi

Lo studio svizzero disegna la nuova eccentrica sede nell'Eletra Tower

Commenti 1022
20/02/2013 - Alla fine dello scorso anno Google ha aggiunto nella lista dei suoi estrosi uffici la sede a Tel Aviv (Israele). L'ufficio occupa 8.000 mq al 7° ed 8° piano dell' Eletra Tower, il più alto grattacielo della città, offrendo una vista unica di Tel Aviv. Il progetto conferma l'ormai consolidato sodalizio con lo studio Camenzind Evolution, in collaborazione con il team di progettazione israeliano TeamSetter Architects e lo studio Yaron Tal.
Elemento comune con le altre sedi Google è la commistione tra spazi di circolazione, sale comuni e postazioni di lavoro individuali, con funzioni “extra” quali ristoranti, una palestra e numerose aree relax. Con lo stesso spirito di una delle prime storiche sedi a Zurigo, lo studio svizzero disegna gli spazi considerando “il relax fondamentale per l'innovazione e per stimolare il pensiero originale. Lavoro e il gioco non si escludono a vicenda”.
 
Un susseguirsi di spazi di lavoro informali, che favoriscono la comunicazione ed il lavoro di gruppo. Gli spazi più curiosi della nuova sede sono caratterizzati da aree meeting con alberi d'arancio, postazioni di lavoro ambientate sulla spiaggia, con surf e sedie sdraio, ed uno scivolo a tubo che connette i due livelli.
 
La ricerca progettuale si spinge oltre, cercando elementi che contaminino gli spazi ed esprimano simbolicamente l'identità locale caratterizzando i diversi ambienti. La selezione dei temi è stata realizzata da un gruppo di Googler, che ha così fornito un contribuito essenziale nell'interpretazione ed elaborazione del progetto. La ricerca si traduce in stretti corridoi ciottolati, che richiamano alla mente il centro storico della città, mentre l'utilizzo di listelli ondulati in legno nella hall, ricordano il paesaggio del porto di Tel Aviv, disegnato da Mayslits Kassif Architects.
La ricerca non si traduce solo nello studio degli interni e in aspetti formali,  ma lo ritroviamo nel disegno dei tre ristoranti che propongono differenti menù in funzione del Kasherut, ovvero le regole alimentari della religione ebraica.
 
Il progetto è stato pensato con una forte attenzione alle tematiche della sostenibilità, ed è attualmente in attesa della certificazione 'Platinum' LEED, che rappresenta la prima categoria in ambito di risparmio energetico in Israele.
Oltre ai due piani occupati dagli uffici, l'azienda patrocina il nuovo Campus Google Tel Aviv, inaugurato lo scorso dicembre, che si conferma come il secondo centro di sviluppo e crescita per progetti di innovazione e aziende start-up.
 
Il primo campus, firmato da Jump Studio, è stato inaugurato meno di un anno fa, a Londra. Lo studio inglese ha organizzato gli spazi attraverso l'inserimento di containers che accolgono postazioni per il lavoro individuale, la cucina e sale meeting. L'utilizzo di materiali grezzi e di recupero sottolinea il carattere industriale dell'edificio.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui