Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Visure catastali, arriva il Sistema integrato del territorio
TOPOGRAFIA Visure catastali, arriva il Sistema integrato del territorio
IMPIANTI

Toscana, disciplinato il fotovoltaico a terra nelle aree tutelate

di Giovanni Carbone

Interessati gli impianti con potenza maggiore di 20 Kw, regole anche per gli impianti su frangisole

Vedi Aggiornamento del 10/05/2013
Commenti 5938
22/02/2013 - Con la pubblicazione della delibera 15/2013, la Regione Toscana definisce le regole per l’installazione degli impianti fotovoltaici a terra e su frangisole.
 
La norma disciplina il corretto inserimento degli impianti nel paesaggio e sul territorio, andando a completare le previsioni delle leggi regionali 1/2005 e 11/2011 in materia di urbanistica ed istallazione di impianti per la produzione di energia rinnovabile.
 
Il fotovoltaico “a terra” interessato è quello con potenza superiore a 20 Kw che riguarda le aree sottoposte a tutela, ai sensi del Dlgs 42/2004 (Codice dei beni culturali e del paesaggio).
 
In riferimento a quanto previsto dal DM 10 settembre 2010 (Linee guida nazionali in materia impianti rinnovabili), il testo del regolamento individua i requisiti generali utili per la valutazione positiva dei progetti nelle procedure di controllo.
 
In particolare, le nuove istallazioni devono puntare:
- a ridurre al minimo il consumo di suolo e l’impatto visivo garantendo comunque l’efficienza e la resa dell’impianto;
- al riutilizzo delle aree già degradate da attività antropiche tra cui i siti industriali, le cave, le discariche, i siti contaminati;
- a una progettazione specifica per l’area in cui viene realizzato l’intervento;
- alla sperimentazione di soluzioni progettuali e tecnologiche innovative, per minimizzare gli impatti nei contesti storici, naturali e paesaggistici.
 
“Queste indicazioni nel loro insieme - dice l’assessore regionale al governo del territorio, Anna Marson - forniscono una sorta di vademecum sia per i progettisti che per i funzionari pubblici chiamati a valutare i progetti, con l’obiettivo di promuovere buone pratiche di inserimento nel paesaggio e procedure più snelle”.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
giorgia

Per quanto riguarda l' installazione di sistemi fotovoltaici sui tetti di edifici storici, sui monumenti ed in generale nei centri storici, quali sono le prescrizioni sull' argomento e quali sono i servizi o le autorita' competenti? Le sovrintendenze delle anichitla' in che modo partecipano al rilascio o no di una licenza per la installazione di tali sistemi? Che dice a proposito la normativa italiana? Lo stesso per i sistemi di telefonia mobile, come funzione in Italia?


x Sondaggi Edilportale
Superbonus 110%, lo conosci davvero? Scoprilo con il quiz! Partecipa