Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Efficienza energetica, assegnati ai Comuni oltre 522 milioni di euro per il 2020
AMBIENTE Efficienza energetica, assegnati ai Comuni oltre 522 milioni di euro per il 2020
ARCHITETTURA

TEN Arquitectos reinventa gli spazi del Museo Amparo

di Cecilia Di Marzo

Il rinnovato museo destinato a diventare la nuova icona architettonica del Messico

18/03/2013 - Lo scorso 21 febbraio è stato inaugurato a Puebla, in Messico, il rinnovato Museo Amparo. Si tratta in realtà della conclusione della prima tappa di un lungo processo di ristrutturazione iniziato nel 2008 e che porta la firma di Enrique Norten, dello studio TEN Arquitectos.

L'edificio del Museo Amparo è situato nel centro storico ed è costituito da edifici coloniali di grande valore storico. Allo stato attuale, ha una collezione permanente di 4800 pezzi ispanici, alcuni dell'Istituto Nazionale di Antropologia e Storia e di collezioni private, nonchè una collezione permanente di arte coloniale e contemporanea di artisti come Javier Marín, Frida Kahlo, Diego Rivera, Vicente Rojo, Manuel Felguerez e sculture di Sebastián.

Il nuovo museo, destinato a diventare la nuova icona architettonica del Messico e riaffermare la sua posizione di riferimento culturale, si presenta con un atrio pieno di luce naturale, una terrazza con una magnifica vista sul centro storico poblano e nuovi spazi per le mostre temporanee.

Le aree oggetto della prima fase sono state la hall, le gallerie per le esposizioni temporanee, l'auditorium, la biblioteca, il bookshop, il bar e la terrazza, al fine di ottimizzarne la funzionalità e convertire gli spazi in strutture all'avanguardia.

La hall, trasformata in una 'lightbox' di grandi dimensioni, con la copertura trasparente che permette ai visitatori di contemplare il “maestoso cielo messicano”, è l'elemento centrale da cui parte il percorso museale per accedere alle gallerie delle mostre temporanee.

Il progetto, che sin dall'inizio è stato pensato per essere consegnato in tre fasi, si basa su un investimento complessivo di 400 milioni di pesos, uno dei più importanti degli ultimi anni nel settore culturale del Messico. A conclusione delle tre fasi lo spazio museale sarà ampliato di circa 3000 mq con un aumento della partecipazione del pubblico del 15% ogni anno per i primi due anni.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui