Carrello 0
AZIENDE

Actis per la riqualificazione energetica dell’involucro storico del 'Filandone di Martinengo'

29/03/2013 - Il Filandone di Martinengo, costruzione neogotica risalente al 1870 e da 30 anni ormai in disuso, è stato completamente restaurato con particolare attenzione all’involucro perimetrale opaco. Vanoncini SpA ha provveduto a riqualificare l’edificio dal punto di vista energetico tramite l’impiego di esclusivi sistemi S/R di “cappotto interno” basati sull’impiego di materiali termo riflettenti multistrato ACTIS di origine aerospaziale.

Il Filandone di Martinengo è un recupero significativo, che ha reso – in tempi ristretti -  gli ambienti fruibili e confortevoli; Negli spazi storici, dove per quasi un secolo hanno lavorato 120 filandaie, troveranno sede, nel massimo comfort ambientale e con il massimo risparmio gestionale, spazi espositivi, la biblioteca comunale, l’archivio storico locale e una sala consiliare destinata anche a conferenze.
Una vera riconversione che ha portato “a nuova vita un edificio storico”, rivitalizzandone il fascino e riducendo ai minimi termini i costi di gestione per le generazioni future.

Descrizione del prodotto
“INThermo” è il pacchetto Struttura-Rivestimento [S/R] interno adatto ad interventi di miglioria energetica degli edifici.

Le prestazioni del sistema stratificato a secco, elaborato dalla Vanoncini SpA, consentono di risolvere sia il problema dell’isolamento termico mediante Iperisolanti termoriflettenti multistrato Actis sia il problema acustico attraverso pannelli in fibra di Poliestere; il tutto inserito in intercapedine di spessore ridotto. La finitura è composta da orditura metallica in acciaio zincato dimensionata in funzione della geometria esistente e rivestimento in doppia lastra di gesso rivestito con interposta barriera al vapore. Il mix corretto di questi prodotti consente di ottenere un pacchetto dotato non solo di prestazioni termo-acustiche elevate ma anche di caratteristiche igrotermiche notevoli; pensiamo, ad esempio alla capacità del gesso rivestito di accumulare la quantità di vapore in eccesso in un ambiente ad elevata umidità relativa. “INThermo” è ideale per gli interventi di ristrutturazione edilizia in campo residenziale, terziario e industriale garantendo, grazie alla tecnologia “a secco”, la massima flessibilità nel tempo per interventi di modifica impiantistica.

Caratteristiche tecniche.
Il sistema di “cappotto interno” stratificato attribuisce ad ogni materiale specifiche funzioni:

- L’Iperisolante ACTIS, in questo caso il Triso Murs +, derivato dall’industria aerospaziale, è il sistema isolante che garantisce l’elevata coibentazione termica; il prodotto con spessore di 12 mm è costituito da 8 componenti tra i quali:

- 1 rete di aggancio
- 2 pellicole metallizzate con griglia di rinforzo;
- 3 strati di schiuma
- 2 pellicole riflettenti intermedie;

Il prodotto viene applicato alla parete o al solaio mediante una maglia di “bocconi di colla”; ogni multistrato deve essere sovrapposto e sigillato a quello successivo; il corretto funzionamento del sistema isolante necessita di avere intercapedini d’aria su entrambi i lati; da una parte generata dalla presenza del collante in spessore e dall’altro staccando la finitura di rivestimento interna.

La capacità di coibentazione termica è riassunta dal valore di Efficacia Termica Equivalente [Eth] pari a 140 mm di lana minerale, basato su test comparativi in condizioni reali di utilizzo (villaggi campione con verifica dati in sito) e certificati BM TRADA.

Il prodotto quindi isola termicamente come 14 cm di lana minerale ovvero possiede *Rt = Eth = 3,5 m2K/W ; *Ut = 1/Rt = 0,29 W/ m2 K.

- Il materassino fibroso composto al 100 % di fibra di poliestere proviene dal riciclo di materiale plastico. Inserito in luce all’orditura metallica, contribuisce alla coibentazione termica e fonoassorbente in funzione dello spessore e della densità progettata. La scelta di questi parametri è dettata dalle esigenze acustiche dell’ambiente in oggetto e dalla disponibilità di spessore.

- La finitura interna, applicata all’orditura metallica leggera (guide e montanti) di sezione e interasse adeguati, è composta da un doppio strato di lastre in gesso rivestito di sp. 12,5 mm ciascuna; il doppio rivestimento, a giunti sfalsati, consente di migliorare le prestazioni meccaniche, igrotermiche e acustiche del pacchetto. Tra le due lastre è interposta una barriera al vapore in lamina d’alluminio che evita qualunque migrazione di vapore all’interno dell’intercapedine lasciando il ruolo di “spugna igrotermica” allo spessore di gesso.

Particolare attenzione  meritano le opere a secco necessarie per ridisegnare le bellissime monofore dell’edificio neogotico. I contorni dei tutte le finestre sono stati realizzati con un abile intervento che ha previsto una struttura in acciaio zincato flessibile, fissata meccanicamente alla muratura esistente, e il successivo rivestimento con lastre in gesso laminato, sufficientemente sottili e duttili da poter consentire la realizzazione  fedele del contorno della finestra, compresa la perfetta stuccatura degli spigoli.

Solo l’utilizzo di materiali isolanti sottili termo riflettenti stratificati ha potuto consentire l’isolamento termico delle spalle delle finestre, in modo uniforme rispetto a tutto il resto della muratura. Al piano primo l’isolamento dell’involucro è stato completato con dei serramenti supplementari interni, aventi la funzione di teche per la custodia di testi antichi e preziosi.

ACTIS SA su Edilportale.com
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati