Carrello 0
AZIENDE

Wienerberger partecipa al seminario tecnico promosso da AbitareEco e EdicomEdizioni

Tutte le novità nel settore della riqualificazione urbana

04/03/2013 - Gli edifici antichi sono il simbolo di un territorio, del suo patrimonio storico, riflettendo l'identità sociale e culturale di un luogo. Allo stesso tempo, le costruzioni di vecchia data rappresentano un'area ad alto livello di inefficienza energetica: vanno pertanto monitorate attentamente e devono essere previsti specifici interventi in termini di recupero edilizio. Wienerberger, all’avanguardia nello sviluppo di soluzioni innovative in laterizio, attenta al tema delle ristrutturazioni di edifici storici, ha sviluppato delle soluzioni ad hoc per ottimizzare la difficile gestione logistica del cantiere anche su strutture architettoniche già esistenti.

Per approfondire questa tematica, l'azienda ha recentemente avviato una proficua partnership con AbitareEco, un progetto nato per lo sviluppo di una cultura dell'efficienza energetica, e con EdicomEdizioni, casa editrice specializzata nell'architettura sostenibile e nella bioedilizia.

Da questa collaborazione, nasce la volontà di affrontare concretamente il tema del recupero edilizio, come dimostra il seminario “Recupero e riqualificazione energetica degli edifici storici” che si terrà mercoledì 6 marzo 2013 presso l'Hotel Cruise a Como (Via Carducci 3, Montano Lucino) dalle ore 15 alle 18,30.
 
Il convegno, prendendo le mosse dal Piano di Efficienza Energetica dell'UE, che richiede agli Stati membri di incrementare l'efficienza energetica degli edifici anche negli interventi di riqualificazione (secondo i protocolli Passivhaus, Net Zero Energy Building, Carbon Neutral Building), vuole evidenziare interessanti risvolti applicativi nel riqualificare i fabbricati storici in cui è necessario garantire il mantenimento dei caratteri estetici e formali caratterizzanti.
 
Il seminario è un'occasione formativa rivolta ai professionisti del territorio, grazie all'intervento di relatori qualificati, per fornire nuove competenze e strumenti atti a trasporre concretamente i requisiti richiesti dal progetto nella pratica di cantiere. Nel corso della giornata verranno definite alcune linee guida per la riqualificazione degli edifici storici, ponendo l'accento su aspetti metodologici e normativi. In un secondo momento saranno presentati modelli virtuosi, attraverso l'analisi di case history specifiche sul recupero.

Infine all'interno di una tavola rotonda saranno proposte le più innovative soluzioni tecnologiche e i relativi materiali per la riqualificazione degli edifici storici. In questo ambito interverrà l'Ing. Marco De Pascale di Wienerberger, per proporre le ultime novità dell'azienda nel settore delle ristrutturazioni e per presentare le nuove soluzioni pensate per raggiungere il massimo comfort abitativo e per favorire lo sviluppo delle attività rivolte al recupero edilizio.

I temi trattati dall'Ing. De Pascale riguarderanno l'analisi del sistema rettificato e delle tramezze porizzate a scopo di riqualificazione, ma anche la presentazione dell'ultimo nato della famiglia Porotherm PLAN: Porotherm BIO PLAN 42,5 T - 0,09, ideato per migliorare l'efficienza energetica. In particolare, verrà analizzato in maniera approfondita l'efficacia dell'adesivo Porotherm DRYFIX extra, nato per diminuire i consumi e gli sprechi nelle attività di cantiere. Questo sistema rappresenta la soluzione ideale per le ristrutturazioni, in quanto riduce notevolmente i tempi di posa e consente di evita re l'utilizzo della malta. Questi aspetti agevolano notevolmente le ristrutturazioni, rendendo ogni intervento più pratico, veloce e pulito.

Il Convegno è patrocinato dall'Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Como, Ordine degli Ingegneri della Provincia di Como e Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Como.

WIENERBERGER su Edilportale.com
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Bonus per la casa, come migliorarli? Leggi i risultati