Carrello 0
NORMATIVA

Tassazione degli immobili: dalle Entrate la Guida aggiornata

di Rossella Calabrese
Commenti 16159

Le informazioni relative a compravendite, locazioni, successioni e bonus 55% e 50%

Vedi Aggiornamento del 14/01/2014
Commenti 16159
08/03/2013 - L’Agenzia delle Entrate fornisce informazioni aggiornate relative al fisco sulla casa.
 
La seconda parte dell’Annuario del Contribuente, recentemente pubblicato dall’Agenzia, è dedicata alla tassazione degli immobili, alle imposte sulle compravendite e sulle locazioni, alle norme fiscali sulle successioni e donazioni e alle agevolazioni per le ristrutturazioni e la riqualificazione energetica.
 
Il primo capitolo illustra i seguenti argomenti:
- Ivie, l’imposta dovuta dalle persone fisiche che possiedono immobili all’estero (la nuova disciplina è stata riscritta dalla legge di stabilità 2013);
- Imu, l’imposta municipale propria;
- Irpef dovuta sugli immobili. Diverse sono le novità su questo argomento: è stato inserito un nuovo paragrafo riguardante l’imposta sul reddito dei terreni e sono state illustrate le nuove regole per la determinazione del reddito dei fabbricati concessi in locazione (compresi gli immobili di interesse storico o artistico).
 
Nel secondo capitolo, “Le imposte sulle compravendita”, sono stati riassunti e semplificati i chiarimenti contenuti in due importanti risoluzioni dell’Agenzia (la 105/2011 e la 112/2012) in tema di decadenza dalle agevolazioni previste per l’acquisto della “prima casa”.
 
Nel capitolo terzo, dedicato alle locazioni dei fabbricati, è stato integrato il paragrafo sul regime della cedolare secca (immobili interessati e opzione) e aggiornata la parte dedicata al regime ordinario di tassazione.
 
Nel quarto capitolo trova spazio l’ultima novità, quella contenuta nella risoluzione 11 del 13 febbraio 2013, con la quale l’Agenzia ha precisato che non è più necessario allegare alla dichiarazione di successione gli estratti catastali degli immobili.
 
Infine, a proposito di ristrutturazioni edilizie, l’Annuario ricorda che la detrazione del 36% delle spese sostenute per i lavori di recupero del patrimonio edilizio - resa stabile dal DL 201/2011 - è temporaneamente incrementata al 50% con un tetto di spesa di 96.000 euro (per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 30 giugno 2013).
 
Invece, il bonus del 55% per la riqualificazione energetica degli edifici scadrà il 30 giugno 2013, a meno che il prossimo Governo non decida di prorogarlo o renderlo stabile. Salvo proroghe, dal 1° luglio 2013, questa agevolazione sarà sostituita con la detrazione fiscale prevista per le spese di ristrutturazioni edilizie e la percentuale di detrazione delle spese scenderà, quindi, al 36%.

Scarica la Guida dell'Agenzia delle Entrate

© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Il programma del Governo Conte bis. Come realizzarlo? Partecipa