Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Qualità dell’architettura, riparte l’iter della legge
PROFESSIONE Qualità dell’architettura, riparte l’iter della legge
AZIENDE

Nuovo direttore commerciale per Betafence Italia

Indirizzi, strategie e obiettivi del nuovo mandato

Commenti 3476
17/04/2013 - Un’esperienza commerciale pluriennale in realtà leader ognuna nel proprio settore, una formazione economico-manageriale, l’obiettivo di consolidare il ruolo e far crescere un’azienda primaria nel mercato delle recinzioni: su queste basi si fonda l’entrata in carica del nuovo direttore commerciale Betafence Italia, Ruggero Carpentiere. Ad un anno dall’ingresso in Betafence, abbiamo incontrato l’Ing. Carpentiere per porgli qualche domanda.

Siamo partiti dalle sue esperienze pregresse per capire quali competenze porterà in Betafence.
«Provengo dal settore elettrico - dichiara Carpentiere -; ho lavorato dieci anni in BTicino Legrand, dove mi occupavo prima di mercato Italia e poi di mercato medio-orientale per quel che concerne la distribuzione di prodotti elettrici; negli ultimi anni mi sono dedicato alla clientela direzionale, cioè i grandi committenti privati e pubblici e le grandi imprese. Dopo questa esperienza ho operato in LG Eletronics dove ho ricoperto il ruolo di responsabile commerciale della divisione Air Conditioning & Energy Solutions, per il canale B2B. Posso dire che ricoprire funzioni diverse mi ha permesso di maturare una duplice competenza nell’ambito della distribuzione e del mercato professionale».

Nel marzo del 2012 approda in Betafence dove ha iniziato il suo mandato in qualità di direttore commerciale del mercato Italia.

Gli abbiamo domandato quali sono gli asset con cui ritiene che Betafence supererà la crisi in atto.
«Opereremo su un doppio asse di sviluppo, da un lato supportando e potenziando il canale tradizionale della distribuzione, attraverso i grossisti e le ferramenta, per noi un’area consolidata e matura; dall’altro investendo nel mercato professionale quello della grande clientela, dei grandi progetti, delle opere infrastrutturali, che costituisce un’area tutta da sviluppare e accrescere».

Ed è proprio in questo canale che Betafence punta a crescere, investendo nei servizi e tutelando il made in Italy.
«Betafence è un nome primario nel settore delle recinzioni con presenza commerciale, ma anche industriale e ingegneristica ed è un’azienda che ha fatto una scelta di campo importante ed in controtendenza. Betafence ha deciso, infatti, di mantenere il proprio stabilimento in Italia, a Tortoreto (TE) nel momento in cui molte aziende optano per la delocalizzazione delle imprese; non solo: ha deciso di proseguire e potenziare l’attività interna di progettazione ed ingegneria, ampliando e sviluppando il servizio di supporto ai grandi progetti. Oltre ad essere associato ad un brand con identità pluriennale, con potenzialità importanti, riconosciuto dal mercato, Betafence può quindi garantire che prodotti e progettazione siano assolutamente italiani, studiati secondo le specifiche esigenze del mercato e customizzati all’occorrenza per ogni esigenza applicativa.».

Per quanto riguarda obiettivi ed indirizzi commerciali, Carpentiere ribadisce l’impegno aziendale nella ricerca e nell’innovazione.
«Sicuramente proseguiremo sulla strada che ha sempre contraddistinto la strategia Betafence, quella di puntare sull’innovazione di prodotto e di servizio. Se da un lato rafforzeremo il supporto al canale distributivo dei grossisti, dall’altro concentreremo i nostri sforzi verso anche il canale professionale, dedicandoci attraverso la nostra divisione progettazione, allo sviluppo di specifiche tecniche per i capitolati dei progetti di alta sicurezza. In linea con il trend che caratterizza i primari mercati europei, Betafence già qualche anno fa si era strutturata per rispondere al meglio alle necessità del mercato, implementando i servizi studiati espressamente per i medi e grandi cantieri. Oggi operiamo per divenire partner di riferimento primario per la progettazione di soluzioni per la massima sicurezza nell’ambito delle grandi opere infrastrutturali, autostrade, porti, aeroporti, ferrovie, carceri e di tutti quei progetti complessi che prevedono automazione, controllo accessi, rilevatori, come ad esempio quelli inerenti la protezione di siti fotovoltaici. Il nostro intento è quello di creare nuovi standard anche nei settori sopracitati, su esempio dell’esperienza nell’ambito dell’impiantistica sportiva, settore in cui ci siamo affermati leader, grazie alla nostra proposta di prodotti unici sul mercato, tecnologicamente evoluti e coperti da brevetto (come ad es. il Parapetto Elevabile interamente studiato e prodotto nel nostro stabilimento di Tortoreto)».

Abbiamo chiesto all’Ing. Carpentiere quali siano i prodotti che risulteranno vincenti nel futuro di Betafence
«Come anticipato precedentemente, siamo convinti che avranno successo quei prodotti ad alto valore aggiunto che sapranno rispondere alle esigenze di diversi mercati. Negli ultimi tre anni abbiamo sviluppato e brevettato molteplici soluzioni per altrettante applicazioni e continueremo su questa strada (Publifor, Parapetto Elevabile, Zenturo, Palladio, solo per citarne alcuni). Da un lato sviluppando soluzioni di alta sicurezza per la protezione passiva in applicazioni professionali, dall’altro valorizzando ed estendendo la proposta nel canale trade, in cui punteremo sul design dei prodotti proposti - proseguendo la strada intrapresa con Zenturo e Palladio - nonché sul concetto di recinzione come elemento estetico facente parte integrante dell’abitazione. Inoltre crediamo che per uscire dalla crisi non basti fornire un prodotto standard, ma sia necessario riuscire a fornire una soluzione ad hoc operando sempre secondo criteri di massima qualità. Per questo, stiamo lavorando nell’ottica di sviluppare soluzioni sempre più mirate ed extra catalogo, secondo le specifiche necessità della committenza e della progettazione».

Le tendenze nel mondo professionali ci paiono chiare; chiediamo quale politica verrà intrapresa verso la filiera distributiva.
«Il canale della distribuzione è un canale sul quale Betafence punta da sempre, tanto che l’azienda ha rinnovato il proprio impegno verso questo canale, ribadendo la centralità di grossisti e rivenditori, quali partner indispensabili per il successo dei prodotti Betafence. A loro dedica una gamma ancora più ampia e completa di soluzioni per la recinzione, in linea con le tendenze più attuali oltre che una serie di supporti al punto vendita, come small box e book display con schede esplicative e campioni dei prodotti; opera inoltre quotidianamente per migliorare l’organizzazione, il supporto ed i servizi ad essi rivolti. Allo scopo di fidelizzare e coinvolgere i grossisti, Betafence ha creato il B-Platinum, un club esclusivo che premia la partnership, prevedendo per gli aderenti vantaggi ed agevolazioni»
 

BETAFENCE ITALIA su Edilportale.com

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui