Carrello 0
AZIENDE

Via Roma,60 presenta il salvadivano SCUDO

Comfort, praticità ed eleganza

23/04/2013 - Il salvadivano SCUDO di Via Roma,60 rappresenta un sistema pratico ed innovativo che consente di proteggere il divano di casa senza rinunciare all’estetica e alla classe. Di comoda ed elegante vestibilità, Scudo non copre interamente il divano, ma solo quelle parti più sensibili, che con il tempo sono soggette ad usura e logorio: seduta, braccioli e schienale. Il suo punto di forza consiste, infatti, nella possibilità di adattarsi a qualsiasi modello, senza nascondere le linee ed esaltandone il design.

Provvisto di pratici e funzionali tasconi laterali porta riviste e telecomando, che consentono di avere tutto a portata di mano mentre si è comodamente seduti sul proprio divano, il salvadivano Scudo rappresenta una perfetta sintesi di comfort, praticità ed eleganza. Completamente Made in Italy - disponibile anche in versione Chaise Longue - il salvadivano Scudo è confezionato con tessuti di gran pregio, effettivamente innovativi e di semplice manutenzione che creano un versatile complemento d’arredo in grado di valorizzare qualsiasi ambiente domestico con soluzioni sempre nuove e di tendenza. Brillanti tinte unite, disegni geometrici e floreali conferiscono un tocco di calda accoglienza ed eleganza al proprio sofà.

Scudo Chevron – Resistentissima base in misto cotone lavorata ad effetto spigato, declinato in undici varianti colore, disponibile nella versione 1Posto, 2 Posti e 3 Posti.
Scudo Rain – Resistentissima base in misto cotone con una pregiata lavorazione a punto, declinato in otto varianti colore, disponibile nella versione 1Posto, 2 Posti, 3 Posti e 4 Posti.
Scudo Express – Resistentissima base in misto declinata in cinque varianti colore, disponibile nella versione 1Posto, 2 Posti e 3 Posti.
 

Gruppo Carillo su Archiproducts.com
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Come cambia l’edilizia italiana: la domanda Partecipa