Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus 110%, i tecnici chiedono norme certe e più controlli
NORMATIVA Superbonus 110%, i tecnici chiedono norme certe e più controlli
FINANZIAMENTI

Toscana, un fondo da 3 milioni per le energie rinnovabili

di Giovanni Carbone

Finanziamenti per le riqualificazioni energetiche degli edifici e gli impianti “di pregio ambientale”

Vedi Aggiornamento del 31/05/2013
Commenti 6032
10/05/2013 - La Giunta della Regione Toscana ha approvato le regole per accedere Fondo di garanzia per investimenti nel campo delle energie rinnovabili.
 
Le risorse sono tutte di provenienza regionale e ammontano a 3 milioni di euro da prestare ai soggetti che vorranno investire nella riqualificazione energetica degli edifici e nel settore impiantistico a fonti rinnovabili.
 
Il fondo sarà aperto alle piccole e medie imprese, agli enti locali, alle aziende sanitarie e ospedaliere, alle associazioni che svolgono attività assistenziale, ricreativa, culturale e sportiva e anche ai privati cittadini.
 
Gli impianti saranno destinati alla produzione di energia rinnovabile o alla riduzione dei consumi e potranno anche sostituire gli elementi in cemento-amianto dalle coperture degli edifici pubblici e privati, capannoni industriali, aree a terra pubbliche o private che non siano terreni agricoli; inoltre dovranno anche essere di pregio ambientale.
 
Nello specifico, saranno ammessi al finanziamento:
- impianti solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria;
- impianti solari fotovoltaici da connettere alla rete di trasmissione elettrica, di potenza di picco compresa tra 1 kW e 100 kW;
- impianti eolici fino a 100 kW;
- impianti di riscaldamento, cogenerazione e trigenerazione a biomassa di potenza nominale non superiore a 1000 kW termici e 350 kW elettrici, solo se alimentati da biomasse da filiera corta;
- impianti mini-idroelettrici, fino a 100 kW;
- impianti per l’utilizzo diretto del calore geotermico mediante pompe di calore anche senza prelievo di fluido;
- impianti di illuminazione pubblica che utilizzano tecnologie ad alta efficienza, lampade a risparmio energetico, sistemi di alimentazione elettronica con telecontrollo e telegestione o lampioni fotovoltaici;
- impianti centralizzati anche di tipo cogenerativo alimentati a gas naturale fino a 500 kW termici e 250 kW elettrici;
- impianti e reti di teleriscaldamento a servizio di utenze pubbliche e private;
- coibentazioni ed interventi di riduzione dei consumi energetici.
 
Ad ogni beneficiario sarà destinato un importo massimo di 500 mila euro, in prestito per un periodo minimo di 5 anni e non superiore a 25.
 
I finanziamenti saranno assegnati con un sistema a punteggi che premierà il miglior rapporto costi/benefici e la riduzione dei consumi energetici; a parità di punteggio saranno privilegiati i progetti di maggior pregio ambientale e in caso di ulteriore parità, esclusivamente tra persone fisiche, la priorità sarà attribuita al nucleo familiare più numeroso.
 
“E’ questo un intervento importante - ha dichiarato il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi - che conferma con quanta determinazione la Toscana punti sulle rinnovabili, anche alla luce di quanto ci chiede l’Europa che alla nostra regione, per il 2020, ha posto il traguardo di un consumo di energia prodotta da fonti rinnovabili pari al 16,5%; l’istituzione del Fondo rappresenta anche un contributo di rilievo all’economia del territorio perché attiverà, si stima, circa 30 milioni di investimenti”.

Efficienza e risparmio energetico sono i temi fondamentali di Smart Village in Tour, la mostra-convegno itinerante organizzata da Edilportale sulla progettazione antisismica e di edifici ad energia quasi zero. Iscriviti alla tua tappa!

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Superbonus 110%, lo conosci davvero? Scoprilo con il quiz! Partecipa