Carrello 0
FINANZIAMENTI

Umbria, 15 milioni per la rigenerazione urbana dei piccoli comuni

di Giovanni Carbone
Commenti 5238

Finanziamenti per Puc3 a livello urbano e sovracomunale, domande entro il 16 settembre 2013

Vedi Aggiornamento del 30/05/2013
Commenti 5238
08/05/2013 - La Regione Umbria ha pubblicato un Bando per la presentazione di Programmi Urbani Complessi 3 (Puc3), destinato ai comuni con meno di 10 mila abitanti.
 
Si tratta di Programmi Integrati di Sviluppo Urbano, strumenti urbanistici di terza generazione per la riqualificazione e la rivitalizzazione di centri storici e aree urbane dei piccoli comuni. Le strategie d’intervento riguarderanno strutture e servizi di qualità ai cittadini e alle imprese, il recupero edilizio, l’insediamento e lo sviluppo delle attività economiche.
 
Il bando potrà contare su risorse comunitarie e regionali (Par Fsc 2007-2013) pari a 15 milioni di euro con l’auspicio - dichiarato dall’assessore regionale all’urbanistica, Silvano Rometti - di poter raddoppiare lo stanziamento, allo scopo di finanziare il maggior numero di programmi.
 
In dettaglio, il bando prevede oltre 10 milioni destinati a opere pubbliche e attività di servizio per i cittadini, quasi 2 milioni e 800 mila euro a interventi residenziali, poco meno di 2 milioni e 400 mila euro per attività turistiche e commerciali.
 
Gran parte dei fondi riguarda il cofinanziamento per i programmi che interessano aree sovracomunali, intese come parti di territori di più comuni contermini o prossimi, per incentivare e migliorare la cooperazione tra amministrazioni.
 
Il fine è la costruzione di “sistemi territoriali o tematici” tra i centri abitati attraverso una programmazione unitaria, innovativa e strategica.
 
Una quota minore dei finanziamenti è destinata ai programmi Puc3 di rilevanza urbana che riguardano azioni volte al miglioramento della qualità abitativa e della mobilità interna, alla riqualificazione degli spazi pubblici e degli edifici esistenti, al recupero delle aree degradate o sottoutilizzate, alla riduzione della vulnerabilità sismica di livello urbano, al mantenimento o re-insediamento di attività economiche.
 
“Con il bando per la presentazione dei programmi integrati di sviluppo urbano Puc3 - ha detto Rometti - ci poniamo l’obiettivo di far diventare i piccoli centri luoghi di nuova economia; gli elementi cruciali sono quelli di un approccio organico ai problemi dei centri storici, per un rilancio che passerà non solo attraverso la riqualificazione delle infrastrutture e dell’abitato, ma favorirà in particolare gli investimenti per attività produttive e servizi per la popolazione”.
 
“Con questo bando - ha commentato la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini - che prevede un sistema integrato di azioni fra interventi pubblici e privati, con misure per l’insediamento o lo sviluppo di attività produttive, per riqualificare le aree degradate, di misure sociali per creare una rete di servizi per favorire la permanenza della popolazione nei centri urbani, adottiamo una modalità di intervento che anticipa le linee della nuova programmazione comunitaria 2014-2020, che mette l’accento sullo sviluppo delle aree interne ed è di estrema rilevanza per la nostra regione”.
 
I Comuni potranno presentare i programmi entro il 16 settembre 2013 con l’impegno di concludere gli interventi entro il 31 dicembre 2016.

Aggiornamento del 5 settembre 2013:
Con la delibera 803/2013 la Giunta della Regione Umbria ha prorogato all'11 ottobre 2013 la scadenza per la presentazione dei programmi.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Lucernari e cupole per illuminare dall'alto, quali usi nei tuoi progetti? Partecipa