Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus, via libera alla detrazione anche con abusi edilizi
RISTRUTTURAZIONE Superbonus, via libera alla detrazione anche con abusi edilizi
SICUREZZA

Sicurezza, chiarite le attività che integrano i requisiti di CSP e CSE

di Giovanni Carbone

Il Ministero del Lavoro promuove l’elenco di attività proposto dagli Ingegneri

Vedi Aggiornamento del 03/04/2014
  Commenti 15965
09/05/2013 - Quali sono le attività lavorative da comprovare, affinchè il Coordinatore per la progettazione (Csp) o l’esecuzione (Cse) dei lavori abbia tutti i requisiti professionali richiesti?
 
Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha fornito un chiarimento in risposta all’interpello avanzato dal Consiglio Nazionale degli Ingegneri, in riferimento all’articolo 98, comma 1, lettera a), b) e c) del Dlgs 81/2008 in materia di sicurezza sul lavoro che definisce i requisiti professionali del CSP e del CSE. Tra i requisiti predetti figurano il possesso di uno dei titoli di studio indicati nell’articolo 98 ed il possesso di un’attestazione, da parte di datori di lavoro o committenti, comprovante l’espletamento di attività lavorativa nel settore delle costruzioni per un periodo che va da 1 a 3 anni, a seconda del titolo di studio posseduto.

Allegato all’istanza, il CNI ha presentato un elenco esemplificativo e non esaustivo di attività svolte nell’ambito dei cantieri temporanei che la Commissione ministeriale per gli Interpelli ha definito “coerenti con le finalità normative” e dunque integrative dei requisiti suddetti.

L’elenco delle attività è il seguente:
- attività di direttore di cantiere;
- attività di capo cantiere;
- attività di capo squadra;
- attività di direttore dei lavori;
- attività di direttore operativo di cantiere;
- attività di assistente ai soggetti di cui ai punti precedenti con mansioni che comportino principalmente la frequentazione del cantiere;
- attività di responsabile d’azienda per la sicurezza in lavorazioni di cantiere anche specifiche;
- attività di responsabile dei lavori;
- attività di datore di lavoro di impresa operante nel settore delle costruzioni;
- attività di progettazione nel settore delle costruzioni, in aggiunta ad altre attività di cui ai punti precedenti.
 
Ricordiamo che il 15 maggio 2013 scadrà il termine entro il quale, i professionisti abilitati al ruolo di CSP e CSE nei cantieri temporanei o mobili, dovranno completare l’aggiornamento quinquennale obbligatorio di 40 ore, ai sensi dell’art. 98, comma 2 ed Allegato XIV del DLgs n. 81/2008.
 
Tale data vincola i coordinatori abilitati ai sensi dell’art. 10, comma 2 del DLgs 494/96 in materia di sicurezza nei cantieri e, dunque, prima dell’entrata in vigore del vigente decreto legislativo n. 81.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui