Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus, ok alla detrazione per gli immobili senza rendita
RISTRUTTURAZIONE Superbonus, ok alla detrazione per gli immobili senza rendita
AZIENDE

La sofisticata tecnologia Vimar in una residenza privata a Bergamo

Quando lo spazio genera emozioni

Vimar per una residenza a Bergamo
Vimar per una residenza a Bergamo
Vimar per una residenza a Bergamo
Vimar per una residenza a Bergamo
Vimar per una residenza a Bergamo
Vimar per una residenza a Bergamo
Vimar per una residenza a Bergamo
Vimar per una residenza a Bergamo
Vimar per una residenza a Bergamo
Vimar per una residenza a Bergamo
Vimar per una residenza a Bergamo
Vimar per una residenza a Bergamo
Vimar per una residenza a Bergamo
Vimar per una residenza a Bergamo
27/06/2013 - Può lo spazio abitativo generare emozioni? La risposta a questa domanda, che ad alcuni potrà apparire retorica, si trova in questa residenza in cui Vimar è protagonista. 

Qui dove il concetto di armonia e fluidità tra gli ambienti è il filo conduttore che si ritrova ovunque, tutto è stato studiato in funzione del benessere psicofisico degli inquilini. Qui gli spazi interni sono privi di chiusure e le porte non sono percepibili, perché pensate non come delle separazioni ma come dei passaggi che danno accesso a nuovi ambienti. Qui la gerarchia non è data dall’importanza degli spazi ma – a seconda della loro dilatazione o restringimento, sia in pianta che in alzato - dal loro utilizzo. Di conseguenza lo spazio della zona d’ingresso è ampio, si restringe nel corridoio che fa da collegamento con la zona living, per poi aprirsi nuovamente in quest’ultima.
 
Così come le porte, anche gli arredi non sono stati concepiti esclusivamente come tali, ma come oggetti modificabili in base al gusto di chi abita gli spazi: dei veri e propri elementi architettonici, senza i quali gli ambienti non si realizzerebbero appieno. Quest’idea è resa perfettamente dalle librerie: non un arredo statico ma dinamico che, grazie alla compenetrazione di elementi pieni e vuoti, conferisce un’identità esclusiva a tutta la zona living.
 
Scale e passerelle non sfuggono a questa logica. Anch’esse sono state concepite come elementi compositivi dello spazio abitativo il quale, senza la loro presenza, perderebbe una sua parte integrante. Il contrasto tra le lastre del parquet in rovere massello di cui sono composte, e le tonalità chiare delle pareti, viene esaltato ulteriormente, grazie alla luce che entra copiosa e che viene sfruttata per merito di ampie vetrate. Queste ultime, pur se riparate da schermature scorrevoli pronte a proteggere dal sole delle calde giornate estive, danno un senso di totale apertura verso l’esterno, creando uno scambio continuo tra dentro e fuori.

Scambio che non è solo metaforico ma anche fisico. L’abitazione infatti è dotata di impianti all’avanguardia che permettono, attraverso le geotermia e la ventilazione, di sfruttare la temperatura esterna per regolare quella interna. Così, un circuito chiuso composto da particolari sonde poste a cento metri di profondità risparmia lavoro alla pompa di calore che, per riscaldare l’acqua, può partire dai 15 °C del sottosuolo. Un vantaggio considerevole dato che normalmente la temperatura di partenza è decisamente inferiore. Un particolare impianto di ricircolo, invece, trasferisce la temperatura dell’aria in uscita a quella in entrata, abbattendo ulteriormente i consumi.
 
Riscaldamento, raffrescamento - sfruttabili grazie ad un impianto radiante a pavimento – e ricircolo dell’aria sono tutti controllabili da un unico punto, il Multimedia video touch screen 10 pollici di Vimar, qui nella versione con cornice in cristallo color bianco diamante. Visibile appena varcata la soglia d’ingresso, questo dispositivo di ultima generazione racchiude in sé tutta la sofisticata tecnologia del sistema domotico By-me, necessaria per gestire e avere sotto controllo l’intera abitazione.
 
Caratterizzato da uno schermo ultrapiatto e a filo cornice, il Multimedia video touch screen abbina eleganti geometrie ad un’ottima qualità visiva, regalando anche un’immagine perfetta di tutto ciò che accade dentro e fuori l’edificio. Collegato ad una targa Elvox posizionata all’esterno, questo dispositivo funge sia da posto interno videocitofonico - registrando anche le videochiamate perse - che da lavagna digitale, permettendo di scambiare messaggi in formato testo, audio o disegno. Un player audio e video integrato consente inoltre di usufruire di contenuti multimediali, mentre un calendario con funzioni di agenda e sveglia permette di inserire promemoria sempre aggiornati.
 
L’integrazione del sistema domotico By-me con il Web Server consente ai padroni di casa di controllare l’intera abitazione anche da remoto, utilizzando i loro iPhone e iPad.

Dovunque si trovino, avranno sotto controllo le varie zone della casa e per ognuna di esse potranno governare gli automatismi, dosare l’illuminazione, regolare la temperatura e controllare la diffusione sonora. Ma anche richiamare possibili scenari: differenti combinazioni di funzionamento degli apparecchi elettrici, da attivare a seconda delle esigenze. In questo caso ne sono stati impostati due: uno scenario “illuminazione serale”, che grazie a particolari giochi di luce mette in risalto il giardino e gli esterni, e uno scenario “uscita” che comanda lo spegnimento di tutte le luci e la contemporanea attivazione dell’antintrusione.
 
Con il sistema domotico By-me è quindi possibile creare un ambiente dove tutto è pensato per facilitare e rendere più confortevole la vita domestica. Nella zona giorno, ad esempio, basta un semplice gesto per movimentare le tende, oscurare e aprire i lucernari o per l’illuminazione. Tutte azioni che possono essere comandate centralmente dal Multimedia video touch screen o tramite i dispositivi locali posizionati in vari punti della stanza.

​Sulle pareti si notano infatti tasti e comandi della serie Eikon di Vimar, riconoscibili grazie al loro inconfondibile design. Scelte nelle linee eleganti della versione classic color bianco, le placche che fanno da cornice a questi dispositivi, si integrano perfettamente nello stile dell’abitazione. Dotati di retroilluminazione, che ne consente la localizzazione anche al buio, i comandi hanno inciso il logo della funzione alla quale sono destinati: frecce direzionali o regolatori on/off.
 
In diversi punti strategici sono poi stati posizionati rilevatori di presenza dalla duplice funzione:  interagiscono con il sistema di allarme e, contemporaneamente, attivano lampade posizionate in alcuni punti di passaggio.
 
Spazi, arredi e dispositivi domotici formano così un’unica entità, frutto della filosofia ben precisa che sta alla base del progetto architettonico. Un progetto che non ha lasciato nulla al caso ed ha potuto concretizzarsi anche grazie alla sofisticata tecnologia di Vimar. 

VIMAR su Archiproducts.com

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui