Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Edilportale presenta Digital Forum, il primo Summit Online dedicato all'Industria delle Costruzioni
TECNOLOGIE Edilportale presenta Digital Forum, il primo Summit Online dedicato all'Industria delle Costruzioni
FINANZIAMENTI

Emilia, 1,3 miliardi per riparare chiese e opere pubbliche

di Giovanni Carbone

Previsti interventi di ricostruzione, ripristino e miglioramento sismico per 1500 immobili

Vedi Aggiornamento del 30/04/2014
Commenti 5342
25/06/213 - 1500 interventi per un importo di 1 miliardo e 337 milioni di euro: sono i numeri del programma varato dalla Giunta regionale dell’Emilia-Romagna per la riparazione e il ripristino post-sisma delle opere pubbliche e dei beni culturali.

Il programma individua le tipologie degli immobili interessati, il numero degli interventi e i relativi importi stanziati. La fase attuativa sarà definita con piani operativi annuali, oggetto delle prossime ordinanze del Commissario delegato, Vasco Errani.

In dettaglio, il programma individua:
 
- 521 interventi di riparazione, ripristino con miglioramento sismico e di ricostruzione di edifici pubblici, infrastrutture, chiese e opere parrocchiali, per un totale di 385 milioni di euro;
- 981 interventi di restauro e risanamento conservativo con miglioramento sismico di edifici d’interesse storico-culturale, per un totale di 952 milioni di euro.
 
Il programma è previsto dalla LR 16/2012 per la ricostruzione dei territori colpiti dal sisma del 20 e 29 maggio 2012 ed esclude gli interventi con importi inferiori a 50 mila euro, giudicati di modesta entità, e quelli sui beni storici di proprietà privata (castelli, rocche, ville e palazzi), per i quali si aspettano ulteriori specifiche ordinanze.

Novità anche sul fronte contributi per il ripristino delle abitazioni: “nei prossimi giorni - ha annunciato l’assessore regionale, Gian Carlo Muzzarelli - saranno prorogati, fino al prossimo 31 dicembre, i termini per la presentazione delle richieste per chi ha avuto danni B e C”.
 
La proroga dei termini avverrà con modifica all’ordinanza 29/2012 che disciplina l’assegnazione dei contributi per la riparazione e il ripristino immediato di edifici ad uso abitativo dichiarati parzialmente inagibili (leggi tutto).

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Superbonus 110%, si parte col piede giusto? Partecipa