Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Edilportale Digital Forum, la seconda giornata della fiera virtuale dell’edilizia
TECNOLOGIE Edilportale Digital Forum, la seconda giornata della fiera virtuale dell’edilizia
TECNOLOGIE

Marcatura CE dei prodotti da costruzione: una Guida da ANDIL

di Rossella Calabrese

Come i laterizi rispondono agli adempimenti previsti dal Regolamento europeo 305/2011

Vedi Aggiornamento del 03/05/2016
Commenti 7388
25/06/2013 - Entra in vigore il 1° luglio prossimo il Regolamento europeo 305/2011 “Construction Production Regulation” che fissa le condizioni armonizzate per la commercializzazione dei prodotti da costruzione e conseguentemente abroga la Direttiva 89/106/CEE Prodotti da Costruzione (CPD).
 
Il Regolamento 305/2011 è stato adottato dal Parlamento e dal Consiglio Europeo nel marzo 2011, è stato pubblicato il 4 aprile 2011 sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea ed è entrato in vigore 20 giorni dopo, ma la maggior parte delle nuove disposizioni diventano operative il 1° luglio 2013.
 
Al fine di fornire indicazioni per l’implementazione delle disposizioni del Regolamento, ANDIL, l’Associazione Nazionale degli Industriali dei Laterizi, ha predisposto una Guida che intende supportare e orientare le aziende produttrici nel soddisfare i requisiti di legge specifici, inerenti la redazione della ‘dichiarazione di prestazione’ (DoP) e l’apposizione della marcatura CE.
 
Con riferimento ai laterizi soggetti a marcatura CE, ovvero disciplinati da relativa norma europea armonizzata, le Linee Guida di ANDIL presentano appositi esempi di compilazione di DoP per:
- elementi in laterizio per muratura (UNI EN 771-1: 2011)
- blocchi in laterizio per solai a travetti interposti (UNI EN 15037-3: 2011)
- tegole in laterizio e relativi accessori per coperture (UNI EN 1304: 2005)
- elementi in laterizio per pavimentazione (UNI EN 1344: 2003)
- piastrelle in cotto (UNI EN 14411: 2012)
 
La ‘dichiarazione di prestazione’ - spiega ANDIL - è il documento principale del nuovo Regolamento e va a sostituire la ‘dichiarazione di conformità’. Sotto la propria responsabilità, il fabbricante o il distributore fornisce la DoP all’atto dell’immissione sul mercato; sarà invece compito dell’utilizzatore del prodotto - l’installatore, il progettista o il direttore lavori - conoscere le caratteristiche del modello di DoP al fine di valutare e controllare l’idoneità del prodotto all’uso previsto.


Foto tratta da: lateriziofacciavista.it

 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui