Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Primo resoconto sul Superbonus: 193 interventi per 14,7 milioni
NORMATIVA Primo resoconto sul Superbonus: 193 interventi per 14,7 milioni
AMBIENTE

Lombardia, in arrivo una legge sulla difesa del suolo

di Giovanni Carbone

Costruzioni distanti almeno 10 m dai corsi d’acqua di competenza regionale e 5 m da quelli del reticolo consortile

Vedi Aggiornamento del 02/10/2013
Commenti 5127
01/07/2013 - La Regione Lombardia sta lavorando ad una legge regionale sulla difesa del suolo. A comunicarlo è l’assessore regionale al Territorio, Viviana Beccalossi.

La legge sarà frutto di un lavoro condiviso tra la Regione, associazioni ed Enti i preposti alla disciplina territoriale e avrà numerosi punti fermi, fra cui l’obbligo di distanza minima di costruzione (10 metri per i corsi d’acqua di competenza regionale e 5 metri per quelli del reticolo consortile) e il contrasto all’abusivismo lungo i corsi d’acqua con il rilancio delle funzioni di presidio territoriale.
 
La nuova legge conterrà anche importanti misure di semplificazione delle procedure e rafforzerà il ruolo dei consorzi di bonifica per la difesa delle aree di pianura e quello degli imprenditori agricoli e forestali per le opere di manutenzione diffusa.
 
“Regione Lombardia - ha dichiarato la Beccalossi - è da tempo impegnata in azioni mirate a salvaguardare la sicurezza delle persone; il nostro territorio è infatti attraversato da grandi fiumi e caratterizzato da una importante porzione montana, elementi che si sommano alla maggiore concentrazione di abitanti e di imprese di tutto il Paese”.
 
Sulla difesa del suolo, l’assessore ha inoltre dichiarato che la Regione sta realizzando piano straordinario di interventi che sta interessando 163 opere.

Il piano è finanziato con fondi regionali pari a 140 milioni di euro, ai quali vanno aggiunti altri 10 milioni provenienti dall’assestamento di Bilancio 2013 ed altri 70 milioni messi a disposizione dal Ministero dell’Ambiente per un totale di 220 milioni.
 
“Tutto il territorio nazionale - ha detto l’assessore Beccalossi - registra sempre più spesso notizie di cronaca, che ne testimoniano la fragilità di fronte agli eventi naturali, spesso aggravata da incuria, mancanza di manutenzione e cattiva pianificazione; con progetti come questo, invece, parliamo di prevenzione, fondamentale per minimizzare i rischi per la popolazione, le infrastrutture, le attività economiche e agricole”.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui