Carrello 0
ARCHITETTURA

Bolzano: il Social Housing Casanova di CDM Architetti

di Cecilia Di Marzo

Pannelli di cemento fibro-rinforzato rivestono interamente il manufatto

Vedi Aggiornamento del 06/03/2014

29/07/2013 - Il progetto del Social Housing "CasaNova" a Bolzano, di CDM Architetti Associati, nasce da un concorso bandito dall’Istituto per l’Edilizia Sociale della Provincia di Bolzano sulla base di un Piano di Attuazione per l’espansione residenziale per far fronte al fabbisogno di edilizia sociale attraverso un modello insediativo di eccellenza, riconoscibile nel contesto periferico.

Il Piano prevedeva, nella periferia ovest di Bolzano, ai piedi del castello Firmiano, la creazione di un insieme di isolati, i “castelli”, costituiti da 3-4 edifici disposti intorno ad una corte aperta alberata.
Metabolizzando i numerosi vincoli del Piano, l’edificio accentua l’unitarietà del lotto lavorando sul concetto di isolato, letto non più come una serie di edifici posati su una piastra attorno alla corte centrale, ma come un unico grande “elemento architettonico” nel quale effettuano operazioni di “sottrazione”. Questa interpretazione porta a considerare di natura diversa tutte le superfici esterne rispetto alle superfici interne, non oggetto delle operazioni di sottrazione dal volume originario.

Architettonicamente, questa caratteristica viene espressa nel progetto con soluzioni differenti per le aperture nei prospetti esterni, rispetto ai prospetti interni affacciati verso lo spazio della corte, sottolineando così la diversa natura e valenza dell’affaccio.

La volontà di accentuare l’unitarietà dell’intervento porta all’individuazione di un unico registro compositivo di facciata all’interno del quale si introducono le diverse aperture. Questa soluzione consente l’inserimento di ritmi di finestre diverse alloggio per alloggio, oltre alla possibilità di introdurre elementi di eccezione in corrispondenza di specifiche situazioni planimetriche (verande, logge) mantenendo omogeneità su tutti i prospetti.

Per meglio cogliere l’insieme come unico elemento architettonico, sfruttando la possibilità offerta dai vincoli del Piano di Attuazione di avere un unico piano di collimazione delle coperture, il progetto considera l’insieme delle coperture come il quinto prospetto degli edifici, utilizzando lo stesso materiale di rivestimento delle facciate. L’edificio, in classe energetica CasaClima A, è interamente rivestito in pannelli di cemento fibro-rinforzato (GRC).

© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
Lorenzo

Dalle foto non male nell insieme formale , a parte il rivestimento che non promette nulla di buono ... un po troppo grigio e troppi parapetti

thumb profile
renato melai

INA casa degli anni '50 era molto più aggiornata sotto il profilo culturale e sociologico

thumb profile
Kant

....forse è housing cimiteriale!!!!!!

thumb profile
pierpaolo

Avrei evitato il colore grigio che sicuramente riporta alle edificazioni selvaggie e disumane degli anni 70 e l'uso del rivestimento lapideo che lievita i costi. L'insieme è formalmente interessante ma l'attenzione eccessiva per gli accessori (parapetti) che sembrano l'elemento principale (visto il materiale costoso che comunque mi auguro che non sia legno) lo penalizza come costruzione. Voto 6+

thumb profile
antonella cacciato

Terrificante. Mi chiedo come abbiano fatto ad immaginarlo, a presentarlo, a selezionarlo, a premiarlo, a costruirlo ed infine a finirlo.....avevano varie possibilità per redimersi.

thumb profile
Do

Pare non finito ... Un cantiere abbandonato

thumb profile
Francesco

Magari un po di colore......

thumb profile
Gino

Evito commenti sulla aggiudicazione perchè imbarazzante. Abbiamo partecipato alla gara ed il piano era molto vincolante ma la tristezza percepita dagli elaborati si è concretizzata. Un carcere

thumb profile
Tito

Molto bello...... Da Architetti

thumb profile
Claudio

Sona d'accordo il progetto è decisamente orrendo!

thumb profile
Nerino

Una struttura che da tristezza. Ma dov'è la fantasia dell' Architetto.

thumb profile
Giuseppe

Perché una Social Housing deve sembrare una Social Housing????????


x Sondaggi Edilportale
Bonus per la casa, come migliorarli? Leggi i risultati