Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Visure catastali, arriva il Sistema integrato del territorio
TOPOGRAFIA Visure catastali, arriva il Sistema integrato del territorio
FINANZIAMENTI

Toscana, oltre 2500 richieste per verificare l’agibilità degli edifici

di Giovanni Carbone

La Lombardia sblocca 37 milioni per la ricostruzione post-sisma in provincia di Mantova

Vedi Aggiornamento del 04/11/2013
Commenti 5376
03/07/2013 – Le regioni Toscana e Lombardia continuano a fronteggiare l’emergenza abitativa causata dagli eventi sismici rispettivamente del 20 e 29 maggio 2012 e del 21 giugno 2013.
 
Toscana
Sono oltre 2500 gli interventi richiesti per verificare l’agibilità degli edifici lesionati dal sisma che ha colpito le province di Lucca e Massa Carrara il 21 giugno scorso (leggi tutto).
 
Sul fronte finanziario, la Giunta della Regione Toscana ha stanziato 500 mila euro per la messa a disposizione degli alloggi temporanei e per interventi di assistenza e alla popolazione dei 36 comuni colpiti.
 
“Questo intervento – ha detto il presidente della Regione, Enrico Rossi - permette di coprire con immediatezza le prime spese sostenute nella fase di emergenza; è una prima risposta concreta all’evento che ha colpito soprattutto la Lunigiana e la Garfagnana”.

Lombardia
Il presidente della Regione, Roberto Maroni ha firmato un’ordinanza (22/2013) che assegna, per conto dell’Unione Europea, 37 milioni di euro ai Comuni del mantovano.
 
Il quadro degli interventi finanziabili prevede due casistiche:
- la prima riguarda interventi realizzati, in corso di realizzazione o da avviare nei comuni del cratere, per un totale di circa 14,5 milioni;
- la seconda riguarda interventi già finanziati con risorse statali e regionali che potranno essere rendicontati alla Commissione Europea, per un totale di circa 20 milioni.
 
Con altre ordinanze sono stati rivisti criteri di assegnazione dei contributi per la riparazione e il ripristino immediato degli immobili dichiarati inagibili. In particolare:
 
- l’ordinanza 19/2013 dispone la proroga al 10 gennaio 2014 della scadenza dei termini per la presentazione, da parte delle imprese, delle domande di contributo per la riparazione, il ripristino e la ricostruzione degli immobili ad uso produttivo;
- l’ordinanza 20/2013 (abitazioni temporaneamente o parzialmente inagibili) estende il rimborso anche ai fabbricati rurali e prevede la possibilità di presentare istanza a chi ha avuto la dichiarazione di inagibilità oltre il 31 gennaio 2013;
- l’ordinanza 21/2013 (abitazioni che hanno subito danni significativi, gravi e gravissimi) prevede l’adeguamento dei costi convenzionali a quelli previsti in Emilia Romagna.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Superbonus 110%, lo conosci davvero? Scoprilo con il quiz! Partecipa