Carrello 0
PROFESSIONE

Architetti, dal CNAPPC i contratti-tipo

di Rossella Calabrese

Una raccolta di esempi per regolare i rapporti di lavoro tra progettista e cliente e tra progettisti

Vedi Aggiornamento del 05/12/2014
08/07/2013 - La Riforma delle Professioni ha introdotto nell’ordinamento l’obbligo di redigere un preventivo di massima che metta nero su bianco il compenso concordato tra il progettista e il cliente.
 
Il preventivo è richiesto dal Decreto Liberalizzazioni (articolo 9 della Legge 27/2012), che suggerisce anche la stipula di un contratto tra le parti, previsione che gli architetti hanno inserito nel proprio Codice deontologico, al fine di sancire che un corretto rapporto di lavoro tra cliente e professionista, ma anche tra professionista e professionista, si fonda anche sulla condivisione e sulla sottoscrizione di regole chiare nel rapporto di lavoro.
 
Per agevolare i progettisti nella redazione dei contratti, il Consiglio Nazionale degli architetti, pianificatori, paesaggisti conservatori ha diffuso dei Contratti-tipo, una raccolta di esempi utilizzabili, modificabili e personalizzabili, utili all’attività professionale. 
 
Gli esempi proposti - spiega il Cnappc - sono solo linee guida utili ma non esaustive e ogni iscritto potrà liberamente scegliere il modello di contratto che preferisce.
 
Questi i contratti professionali a disposizione:
- contratto architetto collaboratore
- contratto coworking
- contratto architetto committente privato
- contratto architetto committente privato collaudo
- contratto architetto sola determinazione del compenso
- contratto architetto domiciliazione
- contratto RTP
- contratto avvalimento
- contratto rete
 
Ricordiamo che alcuni mesi fa, il Cnappc ha diramato a tutti gli Ordini provinciali un documento con degli esempi di contratti professionali per servizi di architettura ed urbanistica per committenza privata.
 
Gli esempi riguardavano:
1. contratto relativo a Progettazione Architettonica Integrata per Committenza Privata;
2. contratto Semplificato relativo a Progettazione Architettonica Integrata per Committenza Privata;
3. contratto relativo a Progettazione di Piani Urbanistici Attuativi (leggi tutto).
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati