Carrello 0
RISPARMIO ENERGETICO

A Made expo 2013 Edilportale apre le porte di Livingbox

di Rossella Calabrese

Prototipo di unità residenziale e ricettiva modulare, trasportabile e Near Zero Energy

Vedi Aggiornamento del 02/10/2013
30/07/2013 - Dopo il grande successo di BiosPHera ospitata in Smart Village 2012, anche l’edizione 2013 ospiterà un prototipo di abitazione sostenibile ed energeticamente efficiente. 

Si tratta di “Livingbox”, un’unità residenziale/ricettiva modulare e trasportabile realizzata da Edilportale in collaborazione con l’Università di Trento, visitabile a Smart Village 2013 in anteprima mondiale. Livingbox costituisce la prima fase operativa di un percorso di analisi e approfondimento delle opportunità delle unità residenziali prefabbricate, cominciato nel 2006 da Edilportale con l’omonimo concorso internazionale di progettazione.

Il tema è quello dell’unità residenziale prefabbricata, una ‘casa-scatola’ abitabile in forma temporanea o come residenza permanente, capace di unire architettura e design in uno spazio funzionale limitato ma curato in ogni minimo dettaglio.

La soluzione tipologica di riferimento è quella di un blocco pre-assemblato in fabbrica, realizzato nelle dimensioni massime di un container in modo da poter essere trasportato via mare-terra anche su grandi distanze e già pronto per essere abitato; l’unità modulare può essere proposta in modalità singola o aggregata in più esemplari, a formare veri e propri ‘Livingbox Village’ adatti alla vita di comunità omogenee (ad esempio residenze per studenti o attività ricettive).

Livingbox è realizzato con tecnologie e sistemi energeticamente efficienti e sostenibili sviluppati e forniti da: Velux, Rockwool, Knauf, Olimpia Splendid, Duravit, Valcucine, Clei, Newform, AGB Albangiacomo serramenti, Ermetika, Roofingreen, Essedi, ICMQ, Aluk Group, Edilclima, Tecnova, Garbelotto, Oikos paint.
 
Livingbox è realizzato con materiali naturali e/o riciclabili/riciclati. Caratterizzato da un ampio uso del legno, consente di contenere l’emissione di CO2 nell’atmosfera. Solo la parte strutturale in XLAM (realizzata con pannelli da 95mm di spessore) ingloba 9,5 tonnellate di CO2. Anche gli altri materiali impiegati, per la maggior parte riciclati, sono stati scelti attraverso una valutazione del LCA tra quelli che minimizzano l’incremento di CO2 libera nell’atmosfera nelle fasi di costruzione, gestione e dismissione.

Livingbox è stato pensato come una Near Zero Energy House e per questo è dotata di sistemi per l’approvvigionamento di energia da fonti rinnovabili per limitare al massimo l’utilizzo di energia di origine fossile. Sistemi solari passivi (pannelli solari termici per acs, serra a circolazione naturale) e attivi (fotovoltaico, sistemi cogenerativi) e minieolico rendono Livingbox energeticamente autonomo, anche grazie alle soluzioni progettuali che massimizzano la sua capacità di utilizzare al meglio gli apporti naturali gratuiti.
 
Livingbox è costituito da due gusci accoppiabili: uno contiene il sistema impiantistico ed è attrezzato con le centraline, i generatori, i dispositivi di controllo nonché gli utilizzatori fissi del bagno e cucina. L’altro è libero e disponibile per qualsiasi attribuzione funzionale, attraverso l’arredo integrato con le pareti che consente di variare nell’arco della giornata la destinazione funzionale dello spazio.
 
Livingbox ha a bordo un sistema di home automation modulare per ottimizzare il rapporto comfort/consumo energetico, che permette di gestire, secondo pacchetti modulari discreti e integrabili, l’impianto di illuminazione e di riscaldamento, il daylighting, l’ombreggiamento, la ventilazione naturale o meccanica.

Tutte le caratteristiche di Livingbox sono state pensate per minimizzare l’impatto dell’edificio su acqua, aria e suolo. Il prototipo è certificato "Make it sustainable" da ICMQ.

 
Scopri tutti i dettagli sul sito dedicato a Livingbox.
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui