Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
PNRR, assegnati alle Regioni 7,5 miliardi di euro per infrastrutture ed edilizia
LAVORI PUBBLICI PNRR, assegnati alle Regioni 7,5 miliardi di euro per infrastrutture ed edilizia
AZIENDE

Comfort estivo e protezione dal freddo invernale con climacell®, il coibentante in fiocchi di cellulosa ad insufflaggio

Commenti 4603
05/08/2013 - Tra i tetti delle vecchie abitazioni, molte soffitte non sfruttate attendono di essere finalmente utilizzate in maniera intelligente. Gli spazi sottotetto sono però esposti direttamente agli agenti atmosferici, se non dispongono di una buona protezione isolante. Le temperature sulla superficie esteriore del tetto possono salire nei caldi giorni di sole fino agli 80 gradi celsius, mentre nelle notti di gelo precipitare molto sotto lo zero.

Per questo motivo una buona coibentazione del tetto deve poter offrire una protezione sia d’estate che in inverno
Vi sono delle differenze tra i diversi materiali da coibentazione, che si evidenziano soprattutto nella diversa efficacia nella protezione dal calore estivo. Oltre al grado di isolamento termico, che è importante per la protezione contro il freddo invernale, gioca un ruolo decisivo anche il cosiddetto sfasamento termico. Esso ci dice quanto tempo impiega un’ondata di calore a raggiungere il lato interno della soffitta, partendo dalla superficie del tetto. Valori particolarmente postivi si rilevano in questo caso nei test fatti con materiali da coibentazione da insufflaggio di cellulosa climacell®.

Una buona capacità di immagazzinare il calore e un effetto di guaina traspirante
Ma l’effetto positivo in estate aumenta anche l’isolamento termico in inverno. La coibentazione con cellulosa, in particolare climacell®, detiene perciò il primato in quest’ambito, grazie ad una buona capacità di immagazzinare il calore ed ad un effetto di guaina traspirante, elementi che provvedono al fatto che il calore venga disperso all’esterno più lentamente, mentre all’interno rimane un caldo piacevole. Inoltre la cellulosa è un ottimo isolante acustico e migliora in maniera decisiva la gestione dell’umidità.

La coibentazione in cellulosa è prodotta grazie ad un avanzato sistema di riciclo della carta ed è una coibentazione naturale ad alto valore ecologico e con ottime caratteristiche di salubrità, che producono un effetto positivo sul benessere indoor. La coibentazione di facciate tramite il polistirolo, materiale che brucia sviluppando fumi tossici, ha portato alla ribalta il tema dell’isolamento termico, soprattutto da quando la TV tedesca ha mandato in onda un reportage dal titolo “La follia dell’isolamento termico”. Ed effettivamente la situazione si presenta completamente diversa se si utilizzano materiali di coibentazione in cellulosa: il produttore di climacell® ha reso noto che in test indipendenti il materiale di cellulosa con adatta costruzione resiste indenne per oltre 120 minuti. Non si sono verificati, secondo il resoconto ufficiale della prova incendio del MFPA di Lipsia, nessun effetto di gocciolamento e nessun sviluppo di fumi pericolosi.

Coibentare in modo professionalmente duraturo con la tecnica di coibentazione CELLFLOC
Grazie alla nostra lunga esperienza nella produzione e nella elaborazione dei materiali di coibentazione in cellulosa, è stata perfezionata una raffinata tecnica coibentante. Utilizzate la nostra esperienza e il nostro servizio. Che si tratti di vecchie o di nuove abitazioni, di tetti, pareti, soffitti o pavimenti, siamo in grado di offrirvi la soluzione ottimale per opere di coibentazione in cellulosa, sughero o fibra di legno. Grazie ai più diversi macchinari di inserimento e spruzzo tipici della tecnica di coibentazione CELLFLOC, il materiale coibentante viene lavorato in maniera professionalmente duratura.

Climacell su Edilportale.com

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui