Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus, da Fondazione Inarcassa chiarimenti su finestre, impianti e parti non riscaldate
RISPARMIO ENERGETICO Superbonus, da Fondazione Inarcassa chiarimenti su finestre, impianti e parti non riscaldate
AZIENDE

Social housing di qualità con i sistemi Wood Beton

Commenti 2505
01/08/2013 - Negli ultimi anni, a causa dell'attuale crisi, la situazione di disagio abitativo si è gravemente accentuata, investendo non solo le tradizionali categorie sociali svantaggiate, quali famiglie e giovani coppie a basso e monoreddito, anziani e studenti fuori sede, ma anche le famiglie a reddito medio o medio-basso, rendendo sempre più difficile l'accesso alla proprietà di abitazioni. L'esistenza di parti di popolazione che non riescono a risolvere il problema della casa è evidente: è per questo motivo che oggi il tema del social housing sta assumendo grande rilievo nelle politiche moderne, dove la qualità dell'abitare risulta essere fondamentale.

L'iniziativa di housing sociale a Quinzano d'Oglio (BS)
Concetto ben compreso dal Comune di Quinzano d'Oglio (BS) che, a seguito dell'ottenimento di un finanziamento di circa 2.000.000,00 di euro da parte della Regione Lombardia, ha emesso un bando comunale per l'assegnazione di un progetto relativo alla costruzione di una palazzina costituita da diciotto appartamenti i quali, una volta realizzati, sarebbero poi stati acquistati direttamente dal Comune e assegnati alle persone più bisognose. L'appalto è stato vinto dall'impresa Pima s.r.l., che ha risposto in maniera positiva a tutti i requisiti necessari per la realizzazione del progetto: la Pima s.r.l. si è impegnata nella costruzione di quanto richiesto, avvalendosi dei sistemi costruttivi di Wood Beton.

Nonostante il Comune fosse inizialmente titubante nell'adottare un sistema costruttivo innovativo, nuovo e diverso rispetto a quelli tradizionali solitamente impiegati, Wood Beton ha fugato ogni dubbio dimostrando con chiarezza la validità delle proprie soluzioni tecniche. Infatti, l'utilizzo di componenti prefabbricati per la realizzazione dell'edificio avrebbe evitato lunghe lavorazioni in cantiere, come invece succede per i metodi tradizionali, e si sarebbero ottenuti altri importanti vantaggi, come ad esempio l'utilizzo di materiali e componenti di qualità garantita e certificata, la certezza dei costi e dei tempi di costruzione e la soddisfazione dei requisiti di isolamento termico e acustico e di resistenza sismica.

La palazzina di edilizia sociale
La palazzina sorge a Quinzano d'Oglio, in provincia di Brescia, all'incrocio tra Via Luigi Ciocca e Via Gabriele Maria Piozzi, e presenta una pianta a "L", suddivisa in due blocchi: il blocco A, più grande, con tre piani fuori terra e il blocco B con due. Entrambi i blocchi hanno un piano interrato dove sono ubicati i box delle varie abitazioni.

Per la realizzazione della struttura, Wood Beton ha impiegato il sistema costruttivo ARIA®, che prevede l'utilizzo di pareti in legno-cls preassemblate in stabilimento, il cui spessore complessivo è pari a circa 40 cm, costituito da: crosta esterna in cls, intercapedine per la ventilazione, montanti (10x24), isolante (lana di roccia) e pannello tecnico. Per la finitura interna si è utilizzata una controparete con doppia lastra in cartongesso dallo spessore di 7,5 cm, posata in opera.

L'utilizzo di questo sistema innovativo, che ha ottenuto il Benestare Tecnico Europeo, ha permesso di costruire la palazzina con grande rapidità: i lavori per la realizzazione della struttura hanno avuto inizio il 5 giugno 2012 e sono terminati il 24 luglio 2012. Si tratta di un ottimo risultato, soprattutto se si pensa che in poco più di un mese sono stati posati 1.130 mq di pareti e circa 1.500 mq di solai.

La soluzione costruttiva proposta da Wood Beton, che associa il legno e il calcestruzzo per la realizzazione delle strutture portanti verticali degli edifici, creando delle pareti preassemblate miste in legno-cls, ha permesso di sfruttare contemporaneamente le caratteristiche di entrambi i materiali, ottenendo così un prodotto flessibile che soddisfa le esigenze progettuali e costruttive e garantisce all'edificio elevata robustezza strutturale.

La caratteristica peculiare di questo sistema costruttivo risiede proprio nella contemporanea presenza della struttura interna intelaiata in legno, che consente l'alloggiamento dello strato coibente, e della lastra esterna in calcestruzzo che aggiunge massa all'involucro aumentando l'inerzia termica, efficace durante la stagione estiva, e favorendo un ottimo comportamento acustico.

Altro elemento caratterizzante la stratigrafia della parete è la presenza di una camera d'aria posizionata verso il lato esterno della parete, prima dello strato di calcestruzzo: l'aria entra alla base dell'edificio e, dopo essere passata attraverso le pareti e la copertura, fuoriesce secondo un moto naturale innescato dal riscaldamento dell'aria stessa.

I solai d'interpiano sono realizzati con il sistema PREPANEL®, ovvero hanno anch'essi una struttura mista legno-cls: si tratta di una valida alternativa al tradizionale solaio in laterocemento, con un risultato estetico indiscutibilmente superiore e un peso praticamente dimezzato. Infatti i solai utilizzati sono molto leggeri, ma garantiscono comunque la stessa portata di un solaio in laterocemento. Questi solai sono composti da travetti in legno, da un assito di collegamento e da un getto di calcestruzzo armato con rete elettrosaldata. La leggerezza ha consentito, inoltre, di ottenere economie nel dimensionamento delle travi, delle strutture verticali e delle fondazioni, oltre alla riduzione delle sollecitazioni in caso di sisma.

Il pacchetto tetto è stato realizzato in X-lam, impiegando un sistema costruttivo che si basa sull'utilizzo di elementi piani portanti di legno massiccio a strati incrociati, e isolato con lana di roccia. Il manto di copertura è piano nel blocco A e a falde nel blocco B. Sopra di esso sono stati poi posizionati i pannelli fotovoltaici. All'interno dell'edificio è presente una scala centrale, la cui struttura è stata anch'essa realizzata in legno e finita con rivestimento in marmo, e un ascensore, il cui vano è costituito da quattro pareti alte 10,67 metri ciascuna: per tale motivo è stato realizzato in X-lam, poiché materiale leggero e quindi più facilmente posabile.

Conclusioni
Opera importante quella realizzata da Wood Beton: la palazzina sarà in grado di offrire alla popolazione appartamenti caratterizzati da un elevato livello di qualità in termini di vivibilità, salubrità, sicurezza, sostenibilità ambientale ed efficienza energetica. Il diritto della persona ad un'abitazione è un cardine imprescindibile per la nostra società e con questo intervento si è riusciti nell'intento di realizzare una struttura dove fosse possibile condividere delle aree in comune, in modo tale da poter creare una reale coesione sociale e una concreta condivisione degli spazi. Allo stesso tempo è stata riqualificata una zona precedentemente adibita a parcheggi, rendendo la cittadina più "vivibile" e armoniosa.

Social housing a quinzano d'oglio

WOOD BETON su Edilportale.com

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui