Carrello 0
Zash: in Sicilia il Boutique Hotel di Antonio Iraci
CASE & INTERNI

Zash: in Sicilia il Boutique Hotel di Antonio Iraci

di Cecilia Di Marzo

Un antico palmento convertito in struttura ricettiva elegante e contemporanea

23/08/2013 - A Riposto, caratteristico paesino marinaro all'interno del Parco dell'Etna, l'architetto Antonio Iraci ha curato la conversione di un antico palmento (luogo in cui si pigiava l'uva per produrre il mosto che veniva riposto in grandi vasche) nello Zash Country Boutique Hotel.

In Zash “i frammenti storici incontrano il gusto contemporaneo, in un progetto 'elegantemente silenzioso', per far emergere la fisicità della natura, rispettare le tracce del passato e assecondare le esigenze dei viaggiatori”.

Poche camere per un soggiorno esclusivo. Un luogo dove la natura privilegia la trasparenza, poiché grazie alle ampie finestre che si affacciano sulla suggestiva campagna siciliana, si offre agli ospiti la possibilità di vivere una dimensione dove nell’alternanza di luci e ombre si definiscono gli spazi del riposo.

Quattro camere sono “In Casa”, ossia distribuite al primo piano dell’antica casa padronale e caratterizzate da alti tetti a volta e tutte dotate di enormi finestroni in legno di castagno, che si affacciano sull’Etna da una parte, e sul mar Ionio dall’altra. Doghe in legno di rovere per i pavimenti, grandi lastre di pietra lavica per i rivestimenti, accompagnati da elementi di design contemporaneo, sono le uniche addizioni a questi spazi ricchi di storia.

Tre camere si trovano “In Cantina”, negli spazi che in passato erano dedicati alla conservazione del vino. L’azione progettuale è stata compiuta mediante l’inserimento di volumi bianchi che racchiudono al loro interno le camere da letto, in cui la pulizia delle pareti e dei pavimenti in resina bianca contrasta nettamente con le murature preesistenti realizzate con pietra lavica faccia vista che, abilmente restaurata e illuminata, fa rivivere al visitatore il fascino della storia, ma da una prospettiva contemporanea.

Due camere, invece, sono completamente immerse “Nel Verde” della campagna. Grandi vetrate fanno si che le pareti di queste stanze siano gli alberi degli agrumi circostanti. Un sapore lievemente più rupestre ma molto contemporaneo contraddistingue questi ambienti, dominati da cromie grigie che annunciano la materica presenza della pietra lavica, usata per rivestire dalla vasca da bagno fino alla testata del letto.

 

 

© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Quanto è equo il compenso dei professionisti? Leggi i risultati