Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Condominio, come si calcolano i limiti di spesa del Superbonus 110%
NORMATIVA Condominio, come si calcolano i limiti di spesa del Superbonus 110%
NORMATIVA

Dal Governo 2,4 miliardi per sostenere l'acquisto e l'affitto della prima casa

di Paola Mammarella

La Cassa Depositi e Prestiti farà da garante con le banche perché concedano i mutui e sosterrà le morosità incolpevoli

Vedi Aggiornamento del 09/06/2020
Commenti 16512
30/08/2013 – In arrivo nuove misure per l'accesso all'acquisto e all'affitto della casa. E' il contenuto di un nuovo Piano casa a sostegno dei più svantaggiati,deciso dal Consiglio dei Ministri di mercoledì scorso, che ha previsto lo stanziamento di nuovi fondi da parte della Cassa Depositi e Prestiti.

Acquisto prima casa 
Secondo la bozza del decreto legge, la Cassa Depositi e Prestiti può fare da garante nei mutui contratti per l’acquisto della prima casa.
A tal fine le banche possono contrarre finanziamenti secondo contratti tipo, definiti con una apposita convenzione tra la Cassa depositi e prestiti e l’Associazione Bancaria Italiana.
A questa misura saranno destinati circa 2 miliardi di euro.
  
Le altre risorse messe in campo da CdP
Saranno inoltre convogliati 200 milioni di euro a fondi di sostegno che, attraverso il rifinanziamento di fondi già esistenti e la creazione di un nuovo fondo presso il Ministero delle Infrastrutture, renderanno più sostenibili gli oneri del mutuo e della locazione della abitazione.
 
Altri 40 milioni andranno al Fondo per la sospensione per 18 mesi delle rate di mutuo. Il titolare di un mutuo sulla prima casa non superiore a 250 mila euro e con indicatore ISEE non superiore a 30 mila euro, in caso di perdita del lavoro o dell’insorgere di condizioni gravi di non autosufficienza o handicap, può chiedere alla banca la sospensione del pagamento delle rate per un periodo massimo di 18 mesi. Il Fondo rimborserà alle banche gli interessi delle rate per le quali ha effetto la sospensione del pagamento.
 
Per consentire anche ai lavoratori atipici e giovani l'accesso al credito per l’acquisto della prima casa, saranno destinati 60 milioni di euro al Fondo di garanzia istituito dal DL 112/2008.
 
Altri 60 milioni andranno al Fondo nazionale di sostegno per l'accesso alle case in locazione, che interviene in aiuto dei soggetti che, pur in possesso dei requisiti per l'accesso al sistema dell'edilizia residenziale pubblica, devono rivolgersi al libero mercato.
 
Per concludere, altri 40 milioni finanzieranno il fondo per la copertura della morosità incolpevole, nato dalla constatazione dell’aumento dei provvedimenti di sfratto a carico di famiglie che non pagano l’affitto a causa di difficoltà temporanee.

Proroga dell’imposta di registro agevolata
È stato prorogato di tre anni il tempo per l’attuazione dei programmi di edilizia mantenendo l’imposta di registro all’1%. Le imprese che hanno acquistato un bene immobile situato in area compresa in piani urbanistici diretti all’attuazione di programmi di edilizia residenziale pubblica, usufruiscono  dell’imposta di registro ridotta all’1%, al posto della misura ordinaria dell’8%, se concludono l’intervento edilizio entro 11 anni dall’ acquisto del bene.
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
Ing. Luigi P.

E uno come me, ingegnere 40enne, che come tanti ha famiglia a carico, le commesse sono prossime a zero, ha un mutuo sulle spalle, non ho perso la mia autosufficienza motoria (ma piano piano mi stanno togliendo quella mentale ...), non ho perso il lavoro (perchè non essendo dipendente, il fatto che che le commesse non permettano nemmeno di campare la famiglia, non costituisce perdita di lavoro ma solo difficoltà lavorativa) ... che fa ??? Qui ormai siamo totalmente alla deriva, i politici pensano veramente solo al bunga bunga, e non mi riferisco solo a Sivlio ma a tutti che dietro la gnocc@ ed al danaro facile hanno perso proprio il senso dell'orientamento e della misura. Ci fosse una legge e dico una, promulgata negli ultimi 30 anni che avesse sortito un effetto positivo sulla nazione. Ma dico io, ma come si fa ... ci avete ridotto a parlare soli soli come gli imbecilli e nessuno che si arma di pala e forcone (ed io sarei uno di quelli) per mandarvi tutti a casa ... Proprio vero, il popolo italiano (io in prima fila si intende) è stato sempre un venduto e succube delle volontà altrui, e lo ha nel DNA ... quindi sti gran signori quello che fanno fanno ... a noi starà sempre bene, giù la testa a subire e gli anni passano ... Io ormai ho raggiunto l'idea che una volta a posto con la coscienza, quello che sarà sarà, ma di sacrificare la mia vita per dare da mangiare a banche, assicurazioni, politici e simili, non ne ho + voglia !!! Che legalizzassero piuttosto i migliaia di sacchi dell'immondizia pieni di 500 euro stipati in migliaia di capannoni di tutta Italia, solo con quelli si potrebbe risollevare l'economia italiana ... ma questo risulta scomodo ... immorale ... illegale ... però i soldi loro e dei loro compari all'estero, con una miseria di %ale li hanno legalizzati ...


x Sondaggi Edilportale
Superbonus 110%, si parte col piede giusto? Leggi i risultati