Carrello 0
Beyond the screen by Office for Beyond Boundaries Architecture
ARCHITETTURA

Beyond the screen by Office for Beyond Boundaries Architecture

di Valentina Ieva

A Seoul un edificio residenziale progettato per l'imprevisto

03/09/2013 - L’edificio residenziale progettato dallo studio OBBA Office for Beyond Boundaries Architecture sorge su un lotto angolare che ne ha dettato il taglio del volume per rispetto dei vincoli normativi e delle esigenze di illuminazione naturale. Beyond the Screen si presenta come un unico grande corpo di fabbrica, composto da due blocchi connessi da una scala centrale, con il risultato di un impianto planimetrico ad ‘H’.

La costruzione è stata concepita per ospitare sia la funzione residenziale, con quattordici appartamenti disposti dal secondo al quarto piano il cui assetto è declinato in quattro tipologie differenti, e sia la funzione commerciale al piano terra.

L’edificio dispone di una schermatura in mattoni dalla texture a traforo che garantisce al contempo il passaggio della luce nel vano scala che conduce agli alloggi, nel cortile interno e all’interno delle unità residenziali, come pure la ventilazione incrociata e la privacy rispetto agli edifici vicini.

Gli alloggi sono distribuiti su livelli sfalsati, ciascuno con accesso diretto dal pianerottolo della scala di collegamento, espediente che elimina completamente i disimpegni comuni; gli unici spazi condominiali sono il giardino interno al piano terra e il tetto-giardino.

Al fine di evitare successive alterazioni e modificazioni del disegno originale dell’edificio, sono stati adottati alcuni accorgimenti particolari, tra cui la realizzazione di spazi di alloggiamento destinati agli impianti di condizionamento dell’aria, qualora dovesse verificarsene la necessità di installazione. OBBA ha optato per un’architettura che anticipa l’imprevisto.
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui