Carrello 0
AZIENDE

ANDIL al Cersaie 2013: ‘Laterizio unconventional per il design sostenibile’

05/09/2013 - Anche quest’anno ANDIL sarà presente al CERSAIE – la fiera internazionale specializzata nell’architettura e nell’arredo bagno – che si terrà a Bologna dal 23 al 27 settembre 2013.

La fiera ospiterà lo stand associativo, all’interno del Centro Servizi, con una mostra virtuale in 3D dedicata al design ed all’architettura non convenzionale, alternativa all’utilizzazione classica del laterizio.

Quando si pensa al laterizio generalmente lo si apprezza per le proprietà antisismiche, massive (risparmio energetico e comfort), acustiche o sostenibili, ma si tende a trascurare l’intrinseca valenza espressiva e formale, anche se il colore del “cotto” dei mattoni a vista e delle coperture caratterizza da sempre le città italiane ed estere.
 
In realtà, sono numerose le sperimentazioni, sia per il design interno che per l’architettura, che si sono succedute nel tempo. Ed il CERSAIE, punto di riferimento per l’architettura e il design interno, diventa quindi la location ideale per presentare un’architettura diversa da quella che viene generalmente associata al “mattone”, inteso nell’accezione più ampia del termine.
 
Oggi, accanto ai formati tradizionali, sono disponibili prodotti più performanti, più lavorabili, più leggeri, con dimensioni estreme che spingono all’impiego in ambiti “non convenzionali”, suggerendo ai progettisti la ricerca di nuove applicazioni, nuove commistioni con i materiali, sia dal punto di vista prestazionale che formale.
 
Nello stand ANDIL, si potrà “visitare” con i pannelli 3D una mostra di architettura e design che presenta una carrellata di realizzazioni a scala planetaria, ad opera di progettisti di fama internazionale, ma anche di illustri quanto geniali sconosciuti. Ampio spazio sarà dedicato al design per interni mediante realizzazioni con pianelle sensoriali, serramenti con frangisole, tegole, blocchi forati, ecc., non dimenticando l’involucro esterno, ad esempio, con i muri portanti, realizzati concatenando strati di mattoni dall’inconsueto formato (sottili, ampi e lunghi) e quelli con inserti trasparenti colorati. Saranno, inoltre, matericamente presenti tre modelli a scala reale di applicazioni unconventional in laterizio.
 
Il laterizio si conferma, quindi, quale prodotto “made in Italy”, in grado di assicurare le giuste risposte alle diverse e rinnovate esigenze della progettazione, mantenendo inalterati nel lungo periodo, valori e funzioni, con impatti ambientali e costi di manutenzione ridotti al minimo.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui