Carrello 0
AZIENDE

Bovema Italia: i vantaggi della ventilazione naturale

La soluzione particolarmente indicata per creare comfort anche in ambienti al limite delle applicazioni tradizionali

24/09/2013 - L’impianto oggetto dell’articolo è un sistema di ventilazione naturale realizzato da Bovema Italia per un'officina meccanica leader nella produzione di flange per il settore petrolchimico. Dovendo realizzare un nuovo magazzino completamente automatizzato per il deposito intensivo (oltre l'80% del volume complessivo) di prodotti in acciaio, occorreva ridurre al minimo la presenza di umidità per evitare dannosi processi di ossidazione.

Le grandi dimensioni del building 40 x 34 metri alla base, 16 metri in altezza, rendono impensabile un raffreddamento dell'aria tramite climatizzazione tradizionale o ventilazione forzata, mentre sono addirittura un vantaggio per chi cerca di indurre un moto convettivo dell'aria.

Per questo motivo la soluzione proposta da Bovema si basa su un sistema di ventilazione completamente naturale in grado di sfruttare proprio il movimento convettivo per garantire il ricircolo dell'aria. Un ricircolo che continua anche in caso di vento o pioggia, grazie alle soluzioni “ognitempo” che permettono agli aeratori in copertura di operare in qualsiasi condizione meteorologica.

Un altro aspetto di interesse della proposta è il suo alto livello di integrazione. Lo stesso sistema infatti, oltre a raffrescare e contenere l'umidità, assolve anche agli obblighi di legge in materia antincendio per l'evacuazione di fumo e calore.

Ambiente esterno e ambiente interno
Rispetto ad un sistema di ventilazione forzata o di condizionamento, la ventilazione naturale è molto più legata alle condizioni al contorno. Per questo lo studio realizzato da Bovema ha dovuto contestualizzare il progetto rispetto alle condizioni meteorologiche esterne e prendere in considerazione variabili come la direzione prevalente dei venti e la temperatura media in estate e in inverno. Nel caso specifico il building sorge in un ambiente pedemontano, poco distante da un corso d'acqua e in una valle ricca di vegetazione e quindi con un forte tasso di evaporazione-traspirazione; in un contesto naturale insomma dove l'umidità tende ad essere generalmente elevata.

Attraverso i sistemi di calcolo termodinamico realizzati da Bovema International, queste informazioni sono state incrociate con ulteriori input quali la tipologia della struttura, la configurazione e la destinazione d'uso, il layout delle attrezzature all'interno. Le risposte restituite dal modello di calcolo sono state valutate in termini di efficienza e di beneficio per il sistema per determinare così le corrette dimensioni degli aeratori in copertura e delle griglie alla base dell'edificio.

Caratteristiche e prestazioni del sistema
La soluzione proposta, nell’ottica di un giusto compromesso tra efficienza del sistema di ventilazione naturale e sostenibilità economica dell’intervento, ha previsto per la stagione estiva, con temperatura dell’aria pari a 30 °C e con riempimento del magazzino al 70% del volume, una portata di estrazione di aria pari a circa 32.500 m3/h, ovvero 5,3 ricambi/h, corrispondente ad una potenza estrattiva - calcolata sperimentalmente - pari a circa 81 kW termici. Con l’integrazione dell’apertura delle lamelle centrali dell'evacuatore le prestazioni del sistema migliorano ulteriormente con 8,27 ricambi/h ed una potenza estrattiva pari a 127 kW termici.

Per ottenere queste performance si è previsto l'installazione di 8 aeratori ognitempo TM-SDR in copertura e 14 griglie di aerazione a lamelle mobili di dimensioni 2.000 x 1.000 mm. Entrambe le componenti sono state modificate per rendere il sistema più efficiente: l'aeratore può sommare alla ventilazione “ognitempo” i benefici di una ulteriore ventilazione “beltempo”, grazie al sistema centrale di apertura a lamelle che permette di aumentare la quantità d'aria circolante, mentre la griglia sul perimetro può chiudersi per evitare l'entrata di acqua piovana in situazione di pioggia con vento laterale superiore ai 3m/s. Tutti i dispositivi sono controllati da una centralina pluvio-anemometrica che regola apertura e chiusura in caso di vento, pioggia e neve per ottenere sempre il massimo risultato.

La soluzione proposta inoltre è modulare, vale a dire che consente, per il futuro, l’eventuale implementazione della capacità ventilante complessiva del sistema mediante l’inserimento sulla copertura dell'edificio di nuovi elementi aeranti.

​La modularità è un altro dei vantaggi che la ventilazione naturale Bovema è in grado di offrire e si aggiunge al fatto di riuscire laddove ventilazione forzata e climatizzazione fallirebbero, alla capacità di lavorare con ogni condizione climatica (soluzioni “ognitempo”), al risparmio energetico, alla garanzia del risultato e all'integrazione delle soluzioni (antincendio e ventilazione).


BOVEMA ITALIA su ARCHIPRODUCTS
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati