Carrello 0
BIM NEWS

STR VISION BIM apre nuovi scenari di collaborazione per gli operatori delle costruzioni e dell’impiantistica

Commenti 3329

Vedi Aggiornamento del 26/11/2014
Commenti 3329
30/09/2013 - STR VISION BIM è il primo BIM italiano che dialoga con i principali software di progettazione CAD 3D, per il controllo totale di qualità, tempi e costi: in anteprima a Made Expo di Milano e Saie di Bologna, presso lo stand 24 ORE Software - STR. L’evoluzione della progettazione architettonica, strutturale e impiantistica non può prescindere dalla logica BIM (Building Information Modeling), che consiste nel corredare un’opera di tutta una serie di informazioni, frutto di competenze molteplici e interdisciplinari, utili durante l’intero suo ciclo di vita, dalla progettazione, alla costruzione, all’esercizio, fino alla dismissione.

STR VISION BIM è la prima tecnologia che permette a committente, progettista e impresa di disporre in automatico e di condividere informazioni per il controllo totale di qualità, tempi e costi per tutta la durata dell’edificio o dell’impianto, ottenendo un incremento di produttività non possibile con i software sinora disponibili.

Grazie infatti alla possibilità di corredare il modello 3D del progetto con le dimensioni di tempi (4D) e costi (5D) si ha:
- maggior controllo sull’avanzamento dell’opera da parte di tutti gli attori coinvolti nel processo;
- individuazione più rapida delle lavorazioni economicamente inefficienti o fuori budget;
- informazioni più attendibili, in quanto si aggiornano in automatico in caso di modifiche apportate al progetto originale;
- reperimento più facile delle informazioni necessarie anche a chi, in prospettiva, si dovrà occupare di interventi di manutenzione o riqualificazione dell’opera.

Questo è possibile perché STR VISION BIM utilizza direttamente i modelli IFC degli applicativi CAD 3D per generare i dati per computazione, preventivazione, contabilità lavori e il BIM IFC (Industry Foundation Classes) è lo standard accreditato a livello internazionale da buildingSMART International e scelto dai principali software di progettazione CAD 3D presenti sul mercato (Autodesk Revit, Nemetschek Allplan, Tekla Structures).

Pertanto, diversamente da altri software che operano in totale “autoreferenzialità”, contraddicendo quindi la logica stessa del BIM, la scelta dello standard IFC qualifica STR Vision BIM come autentica tecnologia BIM. Il modulo QTO (Quantity Take Off) di STR VISION è il punto di partenza per approcciare la computazione delle misure in logica BIM. Consente l’importazione in standard IFC dei modelli CAD 3D di tipo architettonico, strutturale e impiantistico senza la necessità di installare alcun tipo di plug-in o altro tipo di visualizzatore.

QTO si integra con le funzioni di computo metrico e permette di ottenere direttamente dai modelli tridimensionali le misure necessarie per ogni articolo del preventivo. Diverse utilità consentono di operare con facilità e precisione con la possibilità di tenere sempre sott’occhio le parti del modello ancora non utilizzate e quindi non computate. Ogni articolo di computo metrico rimane collegato agli oggetti da cui sono state ottenute le misure e l’aggiornamento del preventivo è automatico in caso di modifiche apportate al modello originale.

E’ possibile approfondire STR VISION BIM in fiera a Made Expo presso il Padiglione 10, Stand A39 – B36 e a Saie, presso il Padiglione 33, Stand A30 – B33, insieme a tutte le altre novità a brand STR:
- App per aggiornare i dati di progetto/commessa in mobilità
- tutta l’offerta disponibile in cloud
- software aggiornati alle ultime normative e al “Decreto del Fare” in materia di sicurezza cantieri, attestazioni energetiche e trasparenza negli appalti di opere, forniture e servizi
- gestionali per monitorare la redditività dello studio e dell’impresa.

STR su Edilportale.com
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui