Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Edilportale presenta Digital Forum, il primo Summit Online dedicato all'Industria delle Costruzioni
TECNOLOGIE Edilportale presenta Digital Forum, il primo Summit Online dedicato all'Industria delle Costruzioni
FINANZIAMENTI

Emilia, 42 milioni per social housing e politiche abitative

di Giovanni Carbone

Nuove risorse ai programmi regionali per la casa e le giovani coppie. In arrivo la nuova legge sull'Erp

Vedi Aggiornamento del 20/02/2014
Commenti 7322
25/09/2013 - L’Emilia-Romagna mette in campo circa 42 milioni di euro per social housing e politiche abitative.

La Giunta regionale ha deliberato lo stanziamento di oltre 30 milioni per il “Programma edilizia residenziale sociale” e di 11 milioni per il “Bando giovani coppie ed altri nuclei familiari”. 

Ecco il dettaglio dei programmi e delle risorse impiegate:
 
Programma edilizia residenziale sociale (30 milioni)
Si tratta del programma regionale di edilizia sociale con cui si propone di accrescere l’offerta di alloggi a canoni calmierati, senza consumo di territorio non ancora urbanizzato; gli interventi, infatti, devono essere realizzati su aree edifici che i piani operativi comunali adottati già destinano all’edificazione.
 
Arrivando ad un totale di 74 milioni, le nuove risorse verranno impiegate nella realizzazione di 306 alloggi, portando il totale degli interventi previsti a 50 per un totale di 775 alloggi.
 
Attraverso questo programma sono stati promossi interventi di efficientamento energetico degli edifici che incentivano l’impiego di materiali e tecnologie proprie della sostenibilità ambientale e della bioarchitettura.
 
Programma casa a giovani coppie (11 milioni)
Le risorse saranno destinate alle 413 le richieste di acquisto di un alloggio avanzate attraverso l’ottavo bando del “Programma una casa alle giovani coppie ed altri nuclei familiari”.
 
Tra gli alloggi richiesti, ben 271 possiedono i requisiti di risparmio energetico conformi alla normativa regionale in materia di certificazione energetica degli edifici. Per quanto riguarda la collocazione territoriale: a Modena sono 119 (il 30% del totale), a Bologna 88 (21%), a Parma 67 (16%), a Reggio Emilia 66 (16%) e a Ferrara 21.
 
La Giunta regionale ha anche approvato un progetto di legge che modifica la LR 24/2001 sulla disciplina generale dell’intervento pubblico nel settore abitativo.

Le modifiche alla normativa regionale tendono ad ampliare l’ambito di intervento delle politiche abitative, puntando ad accrescere l’offerta di alloggi di edilizia residenziale sociale mediante il recupero del patrimonio esistente, il contenimento del consumo del suolo, la sostenibilità ambientale e lo sviluppo di programmi di riqualificazione urbana.
 
“L’edilizia e le costruzioni - ha evidenziato l’assessore regionale alle Attività produttive, Gian Carlo Muzzarelli - sono settori in grande difficoltà e per questo abbiamo voluto mettere in campo una ‘puntura di vitamine’ per sostenere l’uscita dalla crisi”.
 
“Un percorso - ha proseguito l’assessore - necessario a rafforzare l’intera filiera dell’abitare nella nostra regione per fronteggiare la crescente tensione sociale che si riflette anche sulla casa”.
 
“A questo - ha aggiunto Muzzarelli - si affianca la modifica della legge regionale sulle politiche abitative pubbliche; adeguamenti necessari per migliorare le condizioni del patrimonio pubblico e ridefinire le condizioni di affitto a costi compatibili, ma soprattutto con l’housing sociale trovare le condizioni per una risposta più completa”.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Superbonus 110%, si parte col piede giusto? Partecipa