Carrello 0
AZIENDE

La pompa di calore Vaillant che risponde agli obblighi sulle nuove costruzioni previsti dal decreto legislativo 28

Commenti 3498

Commenti 3498
23/10/2013 - Vaillant, azienda leader dal 1874 per i sistemi di riscaldamento intelligenti costantemente proiettata al futuro, lancia aroTHERM VWL/2, la nuova pompa di calore aria/acqua che risponde alle nuove normative vigenti sulla nuova edilizia che impongono di utilizzare le energie rinnovabili per garantire una copertura minima del fabbisogno energetico dell’abitazione. Da giugno 2012, infatti, è in vigore il decreto legislativo 28/2011 che impone sulle nuove costruzioni la copertura minima pari al 20% del fabbisogno energetico totale dell’abitazione tramite energie rinnovabili come pompe di calore e solare termico. Quota che salirà al 35% da gennaio 2014, fino ad arrivare al 50% da gennaio 2017.
 
aroTHERM VWL/2 sfrutta fino al 75% dell’energia termica “rinnovabile” contenuta nell’aria, trova ideale applicazione in unità mono e multi familiari, uffici e attività commerciali ed è in grado di sopportare temperature esterne dai -20 ai +46 gradi. La nuova pompa di calore che riscalda, raffresca e produce acqua calda sanitaria (con una temperatura di mandata di 63°C, tra le più alte esistenti), consente un notevole risparmio energetico, dal 40 al 60% nel caso di riscaldamento invernale. Degno di nota l’uso del gas refrigerante R410A, il più eco-compatibile oggi esistente sul mercato.
 
Disponibili nelle potenze da 8 a 11kW, aroTHERM VWL/2 sfrutta il calore contenuto nell’aria. Attraverso una serie di processi termodinamici del circuito frigorifero già sigillato nella pompa di calore, la temperatura dell’acqua di mandata viene aumentata in funzione della necessità dell’impianto. L’acqua riscaldata viene poi distribuita all’interno dell’abitazione attraverso un sistema di distribuzione di calore come le tubature dell’impianto di riscaldamento. La pompa produce riscaldamento e, grazie all’inversione di ciclo, è in grado di soddisfare anche la richiesta di climatizzazione estiva.
 
La pompa di calore garantisce un’altissima efficienza energetica con un rendimento sul riscaldamento fino a 4,50, tra i più alti della sua categoria. E’ molto semplice da installare (non è previsto nessun collegamento con impianto adduzione gas o con canna fumaria) grazie al circuito frigorifero sigillato nell’unità monoblocco (all-in-one) installato nell’ambiente esterno; non richiede, inoltre, alcuna manutenzione straordinaria e il suo utilizzo è compatibile con gran parte degli impianti domestici standard. La nuova auroTHERM VWL/2 può essere installata in modalità “stand alone” o in un contesto di “sistema ibrido” con impianto solare termico e/o caldaia di supporto.
 
Cuore del sistema il compressore Inverter Twin-Rotary di ultima generazione che permette di raggiungere la massima efficienza in ogni condizione.
 
aroTHERM VWL/2 si integra perfettamente con gli accessori Vaillant, studiati per soddisfare le esigenze delle diverse tipologie d’impianti. Per avere il massimo dell’efficienza gli impianti favoriti sono i pannelli radianti anche se la pompa di calore può funzionare con impianti a radiatori a media temperatura e con fan coil.
 
aroTHERM VWL/2 va abbinata esclusivamente alla centralina calorMATIC 470/3 che controlla il corretto funzionamento e gestisce tutti i componenti della pompa di calore. Un’altra funzione fondamentale di calorMATIC 470/3 è quella di decidere se è più conveniente attivare la pompa di calore o una fonte di calore ausiliaria (caldaia o resistenza) o entrambi i generatori di calore simultaneamente. Questo grazie in particolare all’esclusivo triVAI di Vaillant. Una funzione che consente di mettere in relazione tre grandezze (tariffe energetiche, temperatura di mandata e temperatura esterna) per determinare se far lavorare i generatori di calore singolarmente o in parallelo per ottenere il massimo risparmio ed la più alta efficienza del sistema.
 
Il modulo con resistenza elettrica VWZ MEH 61 è un modulo da posizionare all’interno dell’abitazione progettato per impianti stand alone che utilizzano solo corrente elettrica senza l’integrazione di apparecchiature a gas come la caldaia. All’interno del modulo è presente una resistenza elettrica regolabile da 2 fino a 6kW per integrare la temperatura dell’acqua preriscaldata dalla aroTHERM soprattutto nei giorni più freddi. E’ equipaggiato, inoltre, di pannello comandi a cui collegare aroTHERM e di una deviatrice per commutare l’acqua di mandata sulla produzione di acqua calda sanitaria.
 
Gli accessori aroTHERM sono disponibili sia in impianti ibridi con l’integrazione della caldaia o di un’altra fonte ausiliare di calore sia in impianti stand alone senza caldaia.
La resistenza elettrica VWZ MEH 60 è regolabile da 2 fino a 6kW per integrare la temperatura dell’acqua preriscaldata dalla aroTHERM soprattutto nei giorni più freddi.
Il tampone inerziale VWZ MPS 40 da 40 litri garantisce, all’occorrenza, il contenuto minimo di acqua d’impianto e consente una perfetta integrazione con un’altra fonte ausiliaria di calore come la caldaia.
Il modulo con scambiatore a piastre VWZ MWT 150 separa il circuito dell’impianto da quello dell’aroTHERM. All’interno del modulo è inserita anche una pompa di circolazione per la distribuzione dell’acqua nell’impianto.
L’ interfaccia remota VWZ AI è il pannello comandi che gestisce tutte le funzioni della pompa di calore aroTHERM. E’ obbligatorio in alternativa al modulo VWZ MEH 61 anche perché contiene la morsettiera per effettuare tutti i collegamenti elettrici dei componenti del sistema.

VAILLANT su Edilportale.com
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui