Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Subappalto con tetto al 40% e manutenzioni su progetto definitivo, tutto resta com’è
LAVORI PUBBLICI Subappalto con tetto al 40% e manutenzioni su progetto definitivo, tutto resta com’è
AZIENDE

Le 'Soluzioni per il verde' Laterlite presentate a MadeExpo

Commenti 4128
08/10/2013 - Attenta da sempre al tema della sostenibilità ambientale così come alle trasformazioni in corso nelle cultura del costruire, Laterlite intercetta l’attitudine sempre più “green” di progettisti, amministrazioni, operatori e cittadini mettendo sotto i riflettori la sua lunga esperienza nelle applicazioni dell’argilla espansa nelle soluzioni per il verde, e rilanciando sul tema presentando - in occasione di MadeExpo - nuove soluzioni in grado di perfezionarne ulteriormente i sistemi tecnici e mettere a disposizione degli operatori “pacchetti” completi, leggeri e performanti.

All’interno dello stand Laterlite a MadeExpo, infatti, un ampio spazio è stato dedicato alle “Soluzioni per il verde”, tra cui il “sempreverde” AgriLeca e i nuovi prodotti LecaGreen e LecaDrain. Soluzioni consolidate e novità tutte raccolte nella nuova edizione della monografia Laterlite “Soluzioni per il verde”, all’interno della quale vengono illustrati tutte le caratteristiche vantaggiose dell’impiego dell’argilla espansa ed i molteplici campi applicativi di questo straordinario materiale naturale, leggero, isolante, resistente e riciclabile.
 
Nella nuova monografia Laterlite, dopo un doverosa introduzione dedicata alle caratteristiche dell’argilla espansa e alle certificazioni dei prodotti, l’ampio spettro d’impiego viene declinato in alcune principali categorie applicative: Paesaggismo, Idroponica, Fitodepurazione, Coperture zootecniche, Vivaismo.
 
Il primo, importante, ambito applicativo dell’argilla espansa Leca nelle soluzioni per il verde è quello del Paesaggismo. Qui la parte del leone la fanno ovviamente i giardini pensili e in generale le coperture vegetali su soletta o su altri supporti artificiali (quindi non direttamente su terra); l’estrema versatilità dell’argilla espansa e le sue caratteristiche e prestazioni, però, la rendono ideale anche per altre applicazioni nel campo del paesaggismo quali campi sportivi, verde urbano e pacciamatura (operazione con la quale si ricopre il terreno naturale con uno strato di materiale al fine di preservare la coltivazione), tutte casistiche ben documentate nella nuova monografia.

I giardini pensili sono una particolare soluzione progettuale conosciuta e diffusa da molti anni, ma che recentemente sta conoscendo sempre maggiore diffusione in virtù della incrementata attenzione alle istanze della bioedilizia, delle sempre più diffuse richieste di mitigazione ambientale dei progetti nel nuovo come nella riqualificazione urbana, e in generale di un approccio progettuale sempre più rivolto alla riduzione delle superficie costruite impermeabili e alla conseguente riduzione del consumo/spreco d’acqua.
 
Nella nuova edizione della monografia Laterlite per il verde, i giardini pensili sono presi in considerazione secondo due tipologie – verde pensile “estensivo” e “intensivo” - e per ciascuna vengono illustrate dettagliatamente e con dovizia di particolari le relative soluzioni tecnico-progettuali con prodotti a base di argilla espansa Leca. In questo ambito i prodotti Laterlite assolvono essenzialmente a due funzioni nella stratigrafia del giardino pensile: lo strato drenante ed il substrato colturale.

Per lo strato drenante Laterlite propone AgriLeca, uno dei “classici” del suo catalogo. AgriLeca è la speciale l’argilla espansa a pH neutro per l’impiego nelle soluzioni a verde. Oltre alle note caratteristiche naturali (è un prodotto ecobiocompatibile e certificato ANA-ICEA per la applicazioni in Bioedilizia) e di leggerezza dell’argilla espansa, AgriLeca è un prodotto che non contiene sostanze organiche, non si decompone, non è attaccata da muffe o parassiti, presenta buona ritenzione idrica e un’elevata porosità totale.

Per quanto riguarda il substrato colturale, invece, la grande novità 2013 di Laterlite si chiama LecaGreen, speciale miscela a base di argilla espansa da utilizzare come substrato colturale leggero nella realizzazione di giardini pensili (estensivi e intensivi) così come in altre applicazioni per il verde (ad esempio come strato colturale di vasi e fioriere). LecaGreen è disponibile in due versioni, 400 e 600, a loro volta declinati nelle versioni per giardini pensili estensivi o intensivi per un totale di quattro substrati colturali. La differenza tra i due prodotti sta nella densità, che è rispettivamente di circa 400 e 600 kg/m3. Qualunque sia la versione adatta alle necessità progettuali, LecaGreen è una soluzione che risponde ai requisiti della norma UNI 11235 (“Istruzioni per la progettazione, l’esecuzione e la manutenzione di coperture a verde”) e costituisce il supporto ideale in grado di sostenere lo sviluppo della vegetazione e ad assicurarne il giusto nutrimento.

Novità assoluta è anche LecaDrain, la speciale argilla espansa ad elevata permeabilità all’acqua e ottima resistenza alla compressione, specificatamente studiata da Laterlite per la realizzazione dello strato drenante di giardini pensili intensivi ed estensivi. LecaDrain consente di ottenere uno strato drenante leggero (la densità in opera è di circa 530 kg/m3), resistente (pedonabile già a 24 ore dalla posa) e non gelivo.
 
Dopo quella poderosa dedicata al Paesaggismo, la seconda sezione della nuova monografia Laterlite si occupa dell’Idroponica e delle colture fuori suolo in genere, definizione entro la quale rientrano tutte quelle coltivazioni realizzate in assenza del terreno, e dove l’apporto d’acqua e degli elementi nutritivi avviene attraverso somministrazioni esterne e ad hoc. Anche in questo ambito applicativo – le coltivazioni fuori suolo in serra - l’argilla espansa si rileva una soluzione particolarmente efficace con IdroLeca, l’argilla espansa fornita in speciali sacchi da 30 litri che, in virtù delle sue caratteristiche chimico-fisiche, assenza di sostanze nocive o patogene, resistenza al compattamento e alla frantumazione, si propone come substrato ideale per la coltivazione fuori suolo. L’impiego di IdroLeca consente inoltre di sfruttare i vantaggi di un maggiore ancoraggio dell’apparato radicale e di un’elevata porosità e buona capacità di ritenzione idrica. In questa sezione della monografia si parla inoltre di AgriLeca per l’idroponica nelle piante d’appartamento evidenziando, oltre le caratteristiche già citate, il vantaggio dell’argilla espansa di essere un materiale riutilizzabile e riciclabile.
 
I successivi capitoli della monografia percorrono ulteriori possibilità applicative dell’argilla espansa nelle soluzioni per il verde: la Fitodepurazione, le Coperture zootecniche e il Vivaismo.
Relativamente alla prima di questa, la Fitodepurazione, la pubblicazione Laterlite approfondisce questo particolare sistema di depurazione naturale delle acque reflue, siano esse domestiche, agricole o industriali, basato essenzialmente sulle proprietà filtranti e assorbenti delle piante. In questo ambito, l’argilla espansa Leca viene utilizzata per realizzare lo strato drenante delle vasche di depurazione : grazie alla sua struttura porosa, all’elevata conducibilità idraulica e di potere drenante, l’argilla espansa Leca è infatti il materiale inerte idoneo per la realizzazione del substrato di supporto negli impianti di fitodepurazione.

Anche nella realizzazione di Coperture zootecniche l’argilla espansa Leca rappresenta una soluzione ideale. Le imprese agricole e zootecniche possono utilizzare i liquami di produzione animale ai fini agronomici, ma questi devono sottostare a normative precise per quanto riguarda il loro stoccaggio che deve avvenire in depositi appositi fino al completamento del processo chimico naturale che li rende non nocivi per l’ambiente. In questo caso, l’argilla espansa Leca utilizzata per la formazione dello strato di ricopertura della superficie di deposito dei liquami assicura ottimi risultati in termini di riduzione delle emissioni di ammoniaca e gas nell’atmosfera.

Nel Vivaismo, infine, l’impiego di argilla espansa Leca nelle coltivazioni in vaso e nel taleaggio (tecnica di riproduzione delle piante utilizzata nel florovivaismo) non manca di dimostrare ancora una volta la sua versatilità e di offrire prestazioni e benefici vantaggiosi. Nelle coltivazioni invaso, AgriLeca si conferma il substrato ideale, grazie al suo potere drenante e ammendante, e alla stabilità nel tempo che premette di eliminare la riduzione nel tempo del volume apparente. Per quanto riguarda il taleaggio, l’impiego di argilla espansa Leca o AgriLeca come substrato leggero permette, grazie alle molte caratteristiche vantaggiose già illustrate, di ottenere rese elevate con un’influenza positiva sia sullo sviluppo della parte fuori terra che dell’apparato radicale.
 
Oltre che nel settore delle costruzioni e in quello delle infrastrutture, oltre alla specificità delle soluzioni per il restauro e la ristrutturazione, alle sue importanti proprietà termoacustiche, resistenza e leggerezza, la “pallina Leca” non smette di stupire e diventa quindi anche protagonista nella progettazione sostenibile e nel mondo “green”.
 
Per saperne di più visita la sezione dedicata del nuovo sito www.leca.it
 

Laterlite su Edilportale.com

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui