Carrello 0
LAVORI PUBBLICI

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Bando ‘6000 Campanili’

di Rossella Calabrese
Commenti 22872

100 milioni di euro per i Comuni sotto i 5.000 abitanti. Il via libera alle domande scatterà alle ore 9.00 del 24 ottobre 2013

Vedi Aggiornamento del 03/07/2015
Commenti 22872
10/10/2013 - È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Bando “6000 Campanili”, il programma da 100 milioni di euro destinato ai Comuni sotto i 5.000 abitanti, per costruire infrastrutture, ristrutturare edifici pubblici e costruirne di nuovi, realizzare reti telematiche, mettere in sicurezza il territorio.
 
Il via libera alle domande scatterà alle ore 9.00 del 24 ottobre 2013.
 
Chi può chiedere il finanziamento
Possono presentare domanda di contributo i Comuni con popolazione inferiore a 5 mila abitanti, le Unioni composte da Comuni con popolazione inferiore a 5 mila abitanti e i Comuni risultanti da fusioni tra Comuni, ciascuno dei quali con popolazione inferiore a 5 mila abitanti.
 
Le opere finanziabili sono: interventi infrastrutturali di adeguamento, ristrutturazione e nuova costruzione di edifici pubblici, adeguamento normativo di edifici pubblici esistenti, ad esempio alla normativa antisismica o antincendio, ristrutturazione e rifunzionalizzazione di edifici pubblici, realizzazione e manutenzione di reti viarie e infrastrutture accessorie e funzionali o reti telematiche di NGN e WI-FI, salvaguardia e messa in sicurezza del territorio.
 
L’importo del finanziamento richiesto deve essere compreso tra 500 mila euro e 1 milione di euro. Per gli importi superiori, il soggetto interessato dovrà indicare la copertura economica a proprie spese della restante parte.
 
Come fare domanda
La richiesta di finanziamento deve essere corredata dalla delibera di Giunta che approva la richiesta di contributo, dalla nomina del Responsabile Unico del Procedimento (RUP), dal disciplinare che regola i rapporti tra il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti e il Soggetto interessato e dalla relazione illustrativa dell’intervento per il quale si presenta la richiesta, firmata dal RUP, nella quale saranno indicati la natura e le caratteristiche dell’intervento, lo stato di avanzamento delle attività procedurali, l’elenco dei pareri, i permessi e i nulla osta necessari.
 
La relazione dovrà essere inoltre accompagnata dalla delibera di approvazione del progetto, dall’elenco dei relativi elaborati, dal cronoprogramma dei lavori, e dal Quadro Economico dell’intervento, dove indicare le eventuali spese già liquidate o impegnate, che non sono ammissibili al finanziamento.
 
Le domande di finanziamento dovranno essere all’indirizzo di posta elettronica certificata pec@6000campanili.anci.it. Il testo dell’oggetto del messaggio deve essere composto dal nome del programma “6000campanili” e dalla denominazione estesa e priva di abbreviazioni dell’ente richiedente separati da un “-".
 
I criteri di selezione
Ogni soggetto interessato può presentare un solo progetto. Sono ammesse a finanziamento tutte le richieste ritenute finanziabili e poste in ordine di invio, fino al raggiungimento dell’importo assegnato. Dopo l’invio delle domande, si procederà quindi a redigere l’elenco delle richieste risultate conformi alle direttive indicate. La convenzione prevede una riserva di 35 progetti, finalizzata a finanziare almeno un progetto per regione, tenendo sempre conto dell’ordine cronologico di ricezione delle richieste.
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
Super extcied to see

Super extcied to see more of this kind of stuff online.


x Sondaggi Edilportale
Manovra 2020, Decreto Clima, Bonus casa. Quali sono le misure più urgenti? Leggi i risultati