Carrello 0
NORMATIVA

Legge Imu, operativa la prima tranche del Pacchetto Casa

di Paola Mammarella
Commenti 16737

Sostegno all'acquisto di prime case in classe energetica A, B e C e stanziamenti per il supporto agli affitti e alla morosità incolpevole

Vedi Aggiornamento del 04/03/2014
Commenti 16737
31/10/2013 - È in vigore da ieri la Legge IMU, con cui diventa operativa la prima parte del pacchetto casa pensata per dare sostegno ai mutui per l'acquisto dell'abitazione principale e agevolare l'accesso al mercato degli affitti.

Il testo, pubblicato martedì in Gazzetta Ufficiale, cancella la prima rata dell’imposta per le abitazioni principali e gli immobili ad essa assimilati e la seconda rata a carico degli immobili invenduti appartenenti alle imprese di costruzione.

Pacchetto Casa
La Cassa Depositi e Prestiti, con uno stanziamento di 2 miliardi di euro, garantirà i mutui per l’acquisto dell’abitazione principale, appartenente preferibilmente alle classi energetiche A, B e C, per la ristrutturazione e la riqualificazione energetica degli edifici. La priorità nell’accesso alle agevolazioni sarà data a giovani coppie, famiglie numerose e nuclei familiari di cui fa parte almeno un soggetto disabile.
 
Tra le altre misure per la casa, la legge destina 20 milioni, cioè 10 milioni per ciascuno degli anni 2014 e 2015, a Fondo istituito dal DL 112/2008 per consentire l’accesso al credito per l’acquisto della prima casa a giovani coppie, nuclei familiari monogenitoriali e under 35 con contratti di lavoro atipico.

Altri 100 milioni, da ripartire tra il 2014 e il 2015, andranno al Fondo nazionale per l’accesso alle abitazioni in locazione. Viene inoltre istituito il Fondo a sostegno degli inquilini morosi incolpevoli, che potrà contare su 20 milioni per il 2014 e altrettanti per il 2015. Il Fondo di solidarietà per i mutui per l’acquisto della prima casa, previsto dalla Legge 244/2007, è infine incrementato con una dotazione di 20 milioni di euro per il 2014 e 20 milioni per il 2015.

E' inoltre in fase di definizione un nuovo piano di edilizia pubblica basato sulla riqualificazione leggera degli alloggi esistenti, sulla realizzazione di nuovi alloggi senza consumo di suolo, su nuovi progetti di social housing e sui voucher affitto.
 
Imu
Viene cancellata la prima rata dell’Imu per le abitazioni principali e le loro pertinenze, per gli immobili appartenenti alle cooperative edilizie, i terreni agricoli e i fabbricati rurali. Fanno eccezione gli immobili di lusso, accatastati nelle categorie A1, A8 e A9 anche se utilizzati come prima casa.
 
I Comuni possono decidere se equiparare alla prima casa anche le abitazioni concesse in comodato d’uso gratuito ai figli, che le utilizzano come abitazioni principali. Questi immobili non pagheranno la seconda rata dell’Imu, mentre la prima, già versata, non sarà rimborsata. Nel caso in cui optino per l’equiparazione, i Comuni dovranno anche decidere al di sotto di quale fascia di reddito far valere l’agevolazione.
 
La legge elimina la seconda rata dell’Imu per gli immobili invenduti appartenenti alle imprese di costruzione. L’esenzione si applica a partire dal primo luglio 2013. Dal 2014 l’esenzione sarà totale e verrà applicata fino a che gli immobili restino destinati alla vendita e non siano affittati.

 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui