Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Sismabonus 110%, come funziona la detrazione 90% dell’assicurazione
RISTRUTTURAZIONE Sismabonus 110%, come funziona la detrazione 90% dell’assicurazione
NORMATIVA

Ok al fotovoltaico in area agricola anche se il PRG non lo prevede

di Paola Mammarella

CdS: la realizzazione degli impianti esprime l’impegno allo sviluppo delle rinnovabili assunto con l’UE

Vedi Aggiornamento del 23/07/2014
Commenti 17037
09/10/2013 – Gli impianti fotovoltaici in area agricola possono essere realizzati anche se le norme urbanistiche regionali non lo prevedono. Lo ha stabilito il Consiglio di Stato, che con la sentenza 4755/2013 ha spiegato che sulla normativa locale prevale il principio comunitario dello sviluppo delle energie rinnovabili, che l’Italia ha recepito nella sua normativa.
 
Il CdS si è dovuto pronunciare sul ricorso, presentato al Tar del Veneto da privati e associazioni degli agricoltori, contro le autorizzazioni all’installazione di un impianto fotovoltaico rilasciate dalla Regione e dalle autorità di bacino.
 
Ad essere contestata era la realizzazione di un impianto di superficie pari a 120 ettari in zona agricola, che secondo i ricorrenti era illegittima perché non prevista dal PRG, in cui non figurava la realizzazione di un impianto fotovoltaico, ma solo interventi funzionali all’attività agricola.
 
A detta dei ricorrenti, la delibera con cui la Regione autorizzava l’impianto avrebbe consentito l’edificazione su terreni agricoli, a coloro che non erano imprenditori agricoli. L’impianto, normalmente da localizzare in zona industriale, avrebbe interferito con lo sviluppo agricolo dell’area.
 
Il Consiglio di Stato, pur osservando che l’intervento non rientra fra quelli ammessi dalla normativa urbanistica regionale e comunale, ha sottolineato che il Decreto Legislativo 387/2003 ammette esplicitamente la realizzazione di impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili anche nelle zone agricole.
 
Il motivo sta nell’obbligo, assunto dall’Italia nei confronti dell’Unione Europea, di sviluppare le energie rinnovabili.
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui