Carrello 0
URBANISTICA

Piano Casa Sardegna, approvata la proroga fino al 2014

di Giovanni Carbone
Commenti 21245

Un anno in più per costruire con bonus volumetrici, 48 mesi di tempo per la comunicazione di fine lavori

Vedi Aggiornamento del 17/12/2014
Commenti 21245
10/10/2013 - La Regione Sardegna ha prorogato fino al 29 novembre 2014 il termine per la presentazione delle istanze relative al Piano Casa.

La proroga è avvenuta con la pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della LR 28/2013 recante modifiche alla LR 22/2012; in precedenza, questa legge aveva fissato la scadenza del Piano Casa al prossimo 29 novembre (leggi tutto). 

Si allungano di ulteriori 12 mesi, dunque, i termini per la presentazione di istanze per interventi di ampliamento, demolizione e ricostruzione con bonus volumetrici; inoltre, viene fissato a 48 mesi il termine per la comunicazione di fine lavori.
 
Quest’ultima misura interessa anche le richieste presentate sin dalla data di entrata in vigore della LR 4/2009 e libera le amministrazioni comunali dall’onere di verificare in maniera differenziata le scadenze dei titoli abilitativi presentati.

 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
Valentino

E' una legge intelligente per tre motivi: 1)consente di recuperare parti di fabbricati esistenti,ora no utilizzati,senza consumare nuovo territorio; 2)consente di superare la rigidita'del PPr dove in alcune zone (centri storici,zone F entro i 300 metri dalla battigia)non era piu' possibile nemmeno piantare un chiodo sul muro della propria casa;e quindi di dare il via ad operazioni di ampliamento e di recupero anche in queste zone migliorando il patrimonio edilizio esistente; 3)rilancia il settore dell'edilizia,fatto di tante piccole imprese che danno lavoro e buste paga nelle piccole realta' dei nostri paesi;provate a chiedere a muratori per credere;

thumb profile
paolo

ho il piano casa bloccato perche non sono allaciato alla rete fognaria