Carrello 0
Aperto a Milano il nuovo spazio Open: More than books
CASE & INTERNI

Aperto a Milano il nuovo spazio Open: More than books

di Cecilia Di Marzo

L'inedita libreria che coniuga carta stampata ed esperienza digitale

28/11/2013 – È stata inaugurata lo scorso 20 novembre a Milano, in zona Porta Romana, Open Milano. Si tratta di una libreria progettata da Andrea Marcante e Adelaide Testa dello Studio UdA; uno spazio di 1000 mq pensato per chi ama sfogliare e leggere i libri in assoluto relax.

L’attenta selezione dei libri crea una serie di percorsi inediti, facendo dialogare diversi generi con lo spazio. I nuovi lettori digitali hanno a disposizione gratuitamente tablet ed e-reader, completi di contenuti informativi e d’intrattenimento, che spaziano dai giornali alle app più innovative. Per guidare i lettori nella giungla dei contenuti digitali, l'assistenza è garantita dalla nuovissima figura del “libraio digitale”.

Per immergersi nella lettura si può scegliere tra divani, poltrone o il communal table, oggetto-simbolo della filosofia collaborativa e sociale di questo progetto. Un tavolo di lavoro e convivialità lungo 20 metri, dove poter dare concretezza ai propri pensieri, nella libertà di sentirsi a casa. Un’area di co-working per progettare stili di vita e condividere idee; tre meeting room per piccoli progetti e grandi presentazioni, un gourmet bar.
Tutto ciò in un unico spazio, con una logica di contaminazione per chi crede nel valore dell'intelligenza collaborativa.

Il settore dell’editoria è in crisi" spiega Giorgio Fipaldini, ideatore e Amministratore Delegato di Open. "Le persone acquistano meno libri, quotidiani e riviste, ma le stesse persone leggono più di prima: leggono in modi e luoghi nuovi. Immaginare un nuovo concetto di libreria più ampio, digitale e collaborativo è la risposta a questa crisi”.

 

 

 

© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati