Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus 110%, meno burocrazia per i lavori di efficientamento energetico e antisismici
RISTRUTTURAZIONE Superbonus 110%, meno burocrazia per i lavori di efficientamento energetico e antisismici
PROFESSIONE

Cnappc: l’obbligo di Pos è ‘un’inutile vessazione per i professionisti’

di Rossella Calabrese

‘Gli architetti italiani colpiti dalla crisi chiudono gli studi, e i giovani emigrano o svolgono altri mestieri’

Vedi Aggiornamento del 05/05/2014
Commenti 15058
25/11/2013 - Il Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori interviene nuovamente sull’obbligo, in vigore dal 1° gennaio 2014, di installare il POS in tutti gli studi professionali.
 
Per il Cnappc, l’obbligo è “un ulteriore regalo alle banche ed una inutile vessazione che costringerebbe gli architetti a sostenere i costi di attivazione, installazione e di utilizzo”.
 
Secondo gli Architetti, chi ha imposto questa norma non ha tenuto conto che, per la tracciabilità del denaro, vi è la possibilità di ricorrere ad altri strumenti quali il bonifico bancario, le carte di debito o di credito virtuali, che non implicano nuovi oneri per il professionista.
 
“Un provvedimento - continua la nota - che dimostra ancora una volta, se mai ce ne fosse bisogno,  come Governo e Parlamento siano lontani e quasi estranei dai reali problemi del Paese. Le professioni tutte stanno soffrendo in maniera pesante l’impatto della crisi economica”.
 
“Gli architetti italiani la stanno pagando con la chiusura degli studi professionali e con una generazione di giovani professionisti destinati, di fatto, ad emigrare o a svolgere nel proprio Paese altri mestieri. Ci auguriamo - conclude il Cnappc - che il provvedimento venga ripensato apportando il necessario correttivo”.
 
La questione dell’obbligatorietà per i professionisti di dotarsi di Pos è tornata alla ribalta la scorsa settimana, quando la Fondazione Studi dei Consulenti del Lavoro ha reso noti i risultati di un’indagine dalla quale è emerso che il nuovo adempimento frutterà alle banche un utile di oltre due miliardi di euro all’anno e avrà un’utilità limitata per i professionisti, dal momento che esclude le carte di credito.
 
In ogni caso, la disposizione è ancora priva di norme attuative: il Ministero dell’Economia non ha ancora indicato procedure e limiti per l’applicazione dell’obbligo di Pos, né le sanzioni per chi non si mette in regola.


Per aggiornamenti in tempo reale su questo argomento segui la nostra redazione anche su Facebook e Twitter.

 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
Giacomo

io pure non mi doterò di nessun POS

thumb profile
anto'

Proprio pazzi o del tutto fuori della realtà politici e "company". Il pos non è recupero dei nostri benedetti crediti, la committenza, già sofferente della congiuntura nazionale NON CI PAGA, chiedendo di poter rateizzare addirittura somme da 300€ in tre comode rate da €100.in un tempo indefinito, non sto scherzando ma è il momento che i nostri pseudo difensori "ordini professionali ecc..." facessero sentire la nostra voce dato che li sosteniamo, con quota annuale, da tanto tempo per stipendi presidenti, tesorieri, consiglieri, referenti, segretari-amministrativisti, collaboratori, fitti dei locali degli ordini ecc. ecc.. un gggggrazzzzieeee a tutti loro

thumb profile
pippis81

Concordo con ing. Elena, io io POS non lo metterò MAI, MAI, MAI... piuttosto il governo costringa quel bastardo di cliente che da DICEMBRE 2012 mi deve 2000 euro a pagarmeli immediatamente !!!! questo servirebbe a noi professionisti, altro che il POS...

thumb profile
favi maurizio

Batsa essere TUTTI concordi nel NON dotarsi dello strumentocolo inutile. Voglio vedere dove arriveranno.....

thumb profile
Ing. Elena

L'imposizione del POS per noi professionisti è la conferma di come chi ci governa non abbia la minima idea di quello che accade nella realtà.. Oltre al fatto che il lavoro scarseggia e che le persone hanno perso l'abitudine di pagare le nostre prestazioni professionali, non bastasse che tutto quello che lavoriamo onestamente ci viene immancabilmente prelevato in tasse (almeno l'80%), ci vogliono costringere ad installare il POS? Uno strumento che costa 100 euro d'installazione, un canone di 30 euro al mese e una percentuale del 3% a operazione che va direttamente nelle tasche delle banche! FOLLIA PURA ... Io non lo installerò MAI! E tutti noi, onesti professionisti e grandi lavoratori, dovremmo iniziare a farci sentire in maniera veramente forte, ci prendono in giro e noi continuiamo a subire.. E' ora di dire BASTA!

thumb profile
riki72

Se costerà non un Euro, un cent, non lo userò. Mi dia il Governo i soldi e faccio tutto quello che chiedono. Altrimenti vengano a chiudermi e il pos lo regalano a quanti mentre lavoro 12 ore al giorno prendono imperturbabili e molto lentamente i loro caffè al bar.

thumb profile
Massimo

Follia follia pura....stanno cercando di distruggere questo paese e ci stanno riuscendo. Per me il pos se lo può infilare in quel posto l'autore della norma, dorranno spararmi x farmelo mettere, e regalare altri soldi alle banche.

thumb profile
Francesco

Si può sapere chi e' quell'idiota che ha scritto tale norma? Vorrei contattarlo personalmente per mandarlo a ca....re. Imbecille, imbecille e imbecille.

thumb profile
Arch.Giuseppe

Questi politici sono fuori dalla realtà, non hanno capito in che situazione siamo.Drammatica! Il lavoro scarseggia e loro cosa fanno, invece di incentivarlo mettono il POS? ma sono pazzi! Io come il collega e come altri migliaia di colleghi non lo prenderemo maiiiiiiiiiiii

thumb profile
Ing. Luigi P.

Ma chi ci pagherai mai tramite POS ??? Ma scherziamo ? ... questi sono tutti matti ... e lo dicono pure pubblicamente tramite le cose che fanno. Io non prenderò mai il POS !!!