Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Edilportale presenta Digital Forum, il primo Summit Online dedicato all'Industria delle Costruzioni
TECNOLOGIE Edilportale presenta Digital Forum, il primo Summit Online dedicato all'Industria delle Costruzioni
RISPARMIO ENERGETICO

Dossier Cresme: dalle detrazioni per la casa, 19 miliardi di investimenti

di Rossella Calabrese

Realacci e Cnappc: ‘necessario stabilizzare e rendere più efficiente l’ecobonus’

Vedi Aggiornamento del 28/09/2017
Commenti 9914
28/11/2013 - “Gli incentivi fiscali per ristrutturazioni ed efficienza energetica in edilizia avranno prodotto a fine 2013 investimenti per 19 miliardi di euro, qualificando il sistema imprenditoriale del settore, riducendo i consumi energetici, l’inquinamento e le bollette delle famiglie e garantendo 189.088 posti di lavoro diretti e 283.638 occupati considerando anche l’indotto”.
 
Così Ermete Realacci, Presidente della Commissione Ambiente e Territorio della Camera, ha sintetizzato il Dossier di Camera e Cresme presentato ieri.
 
Si tratta - prosegue Realacci - di “una cifra superiore a un punto percentuale di Pil, che rappresenta una boccata di ossigeno per un settore importante come l’edilizia, che dall’inizio della crisi ha perso oltre 500 mila addetti considerando l'indotto e ha visto chiudere 12 mila imprese”.
 
Realacci vede in questi dati la conferma dell’importanza di affrontare la crisi “rilanciando l’edilizia legata alla riqualificazione energetica e al consolidamento antisismico del patrimonio esistente, come peraltro richiede anche l’UE, e accompagnando queste politiche anche con la revisione del Patto di Stabilità interno”.

“I dati forniti dal Cresme - ha aggiunto Enrico Borghi, capogruppo Pd in commissione Ambiente della Camera - confermano che la decisione adottata dal governo Letta di rifinanziare l'ecobonus, recependo una Risoluzione proposta dal PD e votata dalla nostra Commissione, è stata positiva sotto tutti i punti di vista, sia quelli ambientali che quelli occupazionali”.
 
La Risoluzione è quella proposta dallo stesso Realacci qualche mese fa, che chiedeva di stabilizzare la detrazione per la riqualificazione energetica degli edifici, estendendola al consolidamento antisismico, e di allentare il Patto di Stabilità interno degli Enti Locali per consentire a quelli che abbiano risorse da investire, di realizzare interventi di efficientamento energetico degli edifici e di messa in sicurezza antisismica degli edifici pubblici, a partire dalle scuole e dagli ospedali.

Sulla stessa lunghezza d’onda il Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori: “serve che nel passaggio alla Camera della Legge di Stabilità 2014, vengano stabilizzate fino al 2016 le detrazioni del 65% per il risparmio energetico relative alle opere realizzate nelle abitazioni”.
 
“È necessario - secondo il Cnappc - chiudere definitivamente l’epoca delle proroghe, non solo perché è  ovvio che solo la stabilizzazione può produrre effetti più efficaci e duraturi, ma anche affinché gli investitori che vogliano avvalersi degli ecobonus debbono poter avere a disposizione il tempo necessario per pianificarne e realizzarne l’utilizzo”.
 
“Non dimentichiamo poi, che anche l’Europa si muove in questa direzione: la nuova programmazione dei Fondi europei 2014-2020, che promuove l’innovazione energetica nelle città, e le Direttive 2012/27 e 2010/31 che hanno fissato la visione e poi le scelte da intraprendere per fare dell’efficienza energetica la chiave per una riqualificazione diffusa e ambiziosa del patrimonio edilizio, rappresentano una sfida ed una opportunità che dobbiamo saper cogliere”.
 
“Il tema della rigenerazione energetica e statica del patrimonio edilizio del Paese, è la chiave per ridefinire il profilo del settore delle costruzioni nei prossimi anni e per ritornare a creare lavoro” concludono gli Architetti.


Per aggiornamenti in tempo reale su questo argomento segui la nostra redazione anche su Facebook e Twitter

 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Superbonus 110%, si parte col piede giusto? Partecipa