Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus, via libera alla detrazione anche con abusi edilizi
RISTRUTTURAZIONE Superbonus, via libera alla detrazione anche con abusi edilizi
NORMATIVA

Il Decreto Qualificazioni verrà sospeso per 6 mesi

di Paola Mammarella

Fino alla revisione della normativa torna l’obbligo di subappalto, ma diminuiscono le categorie specialistiche

Vedi Aggiornamento del 16/05/2014
20/12/2013 – Sarà sospeso per sei mesi il Decreto Qualificazioni, che permette alle imprese generali che si aggiudicano un appalto di eseguire anche lavorazioni specialistiche. A dirimere la questione, che ha visto contrapposte imprese generali e specialistiche, è arrivato un emendamento al ddl Enti Locali approvato dal Senato.
 
L'emendamento dimezza la sospensione di un anno prevista inizialmente e ribadisce che le lavorazioni specialistiche potranno essere eseguite solo da imprese in possesso della relativa certificazione Soa. Le imprese che si aggiudicano l’appalto, e che hanno la qualificazione per la categoria prevalente, dovranno quindi subappaltare le lavorazioni ad un’impresa specialistica o costituire con essa una Ati (Associazione temporanea di imprese) verticale.
 
Allo stesso tempo, vengono ridotte le categorie specialistiche per cui è necessario il possesso della qualificazione. Le lavorazioni rientranti nelle categorie OG11, impianti tecnologici, OG12, bonifiche e protezione ambientale, OS8, opere di impermeabilizzazione, OS12-A, barriere stradali, e OS35, impianti di potabilizzazione e depurazione, potranno essere realizzate direttamente dall’impresa che si aggiudica l’appalto, senza che questa debba ricorrere al subappalto o alla Ati.
 
Questo periodo transitorio durerà sei mesi. Il termine inizierà a decorrere a partire dall'entrata in vigore del ddl Enti Locali, che orientativamente dovrebbe avvenire entro il 31 dicembre 2013. Durante questi sei mesi, cioè, sempre a titolo indicativo, entro il 30 giugno 2014, dovrà essere rivista la normativa sulla qualificazione. In caso di ritardi il Decreto sulle qualificazioni potrebbe quindi tornare operativo.
 
L’emendamento approvato interviene anche sull’uso che l’aggiudicatario può fare dei lavori subappaltati ai fini della qualificazione. I lavori subappaltati potranno essere usati per ottenere la qualificazione Soa se il subappalto non supera il 30% per le opere a qualificazione non obbligatoria e il 40% per i lavori con vincolo di qualificazione.

Per aggiornamenti in tempo reale su questo argomento segui la nostra redazione anche su Facebook e Twitter

 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui