Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Edilportale Digital Forum, la terza giornata della fiera virtuale dell’edilizia
TECNOLOGIE Edilportale Digital Forum, la terza giornata della fiera virtuale dell’edilizia
RISPARMIO ENERGETICO

Rinnovabili nei nuovi edifici, rinviato al 2015 l’obbligo del 35%

di Rossella Calabrese

Il Milleproroghe fa slittare al 1° gennaio 2015 la disposizione prevista dal Decreto Rinnovabili

Vedi Aggiornamento del 25/01/2018
Commenti 36354
31/01/2014 - Posticipato di un anno l’obbligo di dotare gli edifici nuovi e quelli sottoposti a ristrutturazioni rilevanti di impianti di produzione di energia che ne producano almeno il 35% da fonti rinnovabili.
 
Si tratta di un obbligo previsto dal Decreto Rinnovabili (Dlgs 28/2011) il cui articolo 11 impone che i progetti di edifici di nuova costruzione e i progetti di ristrutturazioni rilevanti degli edifici esistenti debbano prevedere l’utilizzo di fonti rinnovabili per la copertura dei consumi di calore, di elettricità e per il raffrescamento, pena il diniego del titolo edilizio.
 
Le percentuali di rinnovabili da impiegare sono state scaglionate nel tempo:
a) il 20% per le richieste di titolo edilizio presentate dal 31 maggio 2012 al 31 dicembre 2013;
b) il 35% per le richieste di titolo edilizio presentate dal 1° gennaio 2014 al 31 dicembre 2016;
c) il 50% se il titolo edilizio è rilasciato dal 1° gennaio 2017.

Il disegno di legge di conversione del DL Milleproroghe, approvato dal Senato, interviene sul Decreto Rinnovabili allungando di un anno il primo scaglione: fino alla fine di quest’anno, quindi, l’obbligo resta al 20% di energia da fonti rinnovabili.
 
Il Decreto Rinnovabili prevede, inoltre, valori crescenti per la potenza elettrica degli impianti da fonti rinnovabili da installare sopra o all’interno dell’edificio:
 
a) K = 80, quando la richiesta del titolo edilizio è presentata dal 31 maggio 2012 al 31 dicembre 2013;
b) K = 65, quando la richiesta del titolo edilizio è presentata dal 1° gennaio 2014 al 31 dicembre 2016;
c) K = 50, quando la richiesta del titolo edilizio è presentata dal 1° gennaio 2017.

K è un coefficiente (m2/kW) per calcolare la potenza elettrica, misurata in kW, secondo la seguente formula: P= 1/K x S, dove S è la superficie in pianta dell’edificio al livello del terreno, misurata in m2.
 
Anche in questo caso, l’obbligo di K = 65 slitta al 1° gennaio 2015 e, fino al 31 dicembre 2014, è obbligatorio K = 80.

“Questo provvedimento rappresenta l’ennesimo cambio in corsa delle regole, a tutto svantaggio della generazione distribuita - afferma il Presidente di assoRinnovabili, Agostino Re Rebaudengo. Appare inconcepibile la scelta di rallentare un settore che ha dimostrato di essere una leva propulsiva per il comparto edilizio e più in generale per l’economia nel suo complesso”. assoRinnovabili chiede quindi al Governo di porre rimedio ripristinando i termini per gli obblighi minimi prescritti dal Dlgs 28/2011.


Per aggiornamenti in tempo reale su questo argomento segui la nostra redazione anche su Facebook, Twitter e Google+
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
Francesco Passerini

Scusate l'ignoranza, per un edificio nuovo per calcolare il 20% dell'energia bisogna conoscere i consumi elettrici, ad esempio in un edificio occupato da uffici i consumi dei server. I consumi elettrici vanno calcolati in modo convenzionale o tenendo conto delle apparecchiature che effettivamente verranno connesse alla rete (cosa difficile da sapere in fase di progetto.. e poi bisognerebbe conoscere le ore di utilizzo)? Se in modo convenzionale, sulla base di che documenti?

thumb profile
Bulaggn capitale

In Emilia Romagna il 35% è già obbligo da un bel po'...ER guida il paese!

thumb profile
Edilportale

Gentile Cesare, la proroga non è contenuta nel DL Milleproroghe ma nel disegno di legge di conversione, approvato dal Senato e ora all'esame della Camera.

thumb profile
cesare

Guardando il decreto http://www.leggioggi.it/2014/01/03/decreto-milleproroghe-2013-2014-il-testo-dei-due-atti-usciti-gazzetta/ non ho trovato alcun riferimento, potete indicarmelo? grazie