Add Impression
Network
Pubblica i tuoi prodotti
Abusi edilizi, anche il nuovo proprietario ne è responsabile

Abusi edilizi, anche il nuovo proprietario ne è responsabile

Anche se l’attuale proprietario non ha commesso l’illecito deve procedere all’abbattimento

Vedi Aggiornamento del 13/03/2015
di Paola Mammarella
Vedi Aggiornamento del 13/03/2015
28/02/2014 - L’ordinanza di demolizione può colpire il proprietario di un immobile anche se non è direttamente responsabile dell’abuso commesso. Lo ha stabilito il Tar Campania con la sentenza 5567/2013.
 
Il Tribunale amministrativo è stato chiamato a pronunciarsi sul caso di una società che aveva acquistato un residence abusivo e che, di fronte all’istanza di demolizione, aveva presentato ricorso dichiarandosi vittima inconsapevole e affermando che l’istanza dovesse in realtà essere inviata al soggetto che aveva commesso l’abuso edilizio.
 
A detta del Tar, invece, il proprietario non colpevole dell’abuso edilizio realizzato non può ottenere l’annullamento dell’ordinanza di demolizione perché  l’abuso edilizio è considerato un illecito permanente.
 
Nell’azione di accertamento, ha aggiunto il Tar, l'amministrazione non ha l’obbligo di verificare la responsabilità dell’attuale proprietario né l’esistenza di eventuali rapporti tra proprietario e sogetto che ha realizzato l’abuso edilzio.
 
A queste considerazioni bisogna poi aggiungere che l'acquirente dell'immobile abusivo subentra nei rapporti giuridici del precedente proprietario.


Segui la nostra redazione anche su Facebook, Twitter e Google+
 
Add Impression Add Impression
Imposta la nazione di spedizione

La scelta della nazione consente la corretta visualizzazione dei prezzi e dei costi di spedizione