Add Impression
Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
CAM edilizia, in vigore i nuovi obblighi per progettazione e lavori
PROGETTAZIONE CAM edilizia, in vigore i nuovi obblighi per progettazione e lavori

Edifici produttivi, i permessi vanno rilasciati dal Suap

Tar Campania: annullato il permesso di costruire del Comune per la realizzazione di una stazione di servizio

di Paola Mammarella
11/02/2014 - Il permesso di costruire per la costruzione di un impianto di distribuzione di carburante, con relativa area di servizio annessa, spetta al Suap, Sportello Unico per le attività produttive, e non al Comune.
 
È arrivato a questa conclusione il Tar della Campania con la sentenza 225/2014. Il Tribunale Amministrativo si è pronunciato sul ricorso presentato contro il permesso di costruire rilasciato dal Comune per la realizzazione di una stazione di servizio.
 
Il Tar ha spiegato in primo luogo che il rilascio delle autorizzazioni per l’esercizio delle attività è di competenza del Suap. Di conseguenza, sono illegittimi i titoli abilitativi rilasciati senza accertarsi dell’esistenza di queste autorizzazioni.
 
D’altra parte, il Tar ha fatto notare che in base al Dpr 447/1998, competono al Suap pronunciarsi sulla localizzazione, la realizzazione, la ristrutturazione e gli ampliamenti degli impianti produttivi, nonché sulla realizzazione delle opere interne ai fabbricati ad uso di impresa.
 
Visto che nel caso preso in esame il rilascio del titolo annonario e di quello edilizio non possono seguire due procedimenti disgiunti, il Tribunale Amministrativo della Campania ha annullato il permesso di costruire rilasciato dal Comune.

Segui la nostra redazione anche su Facebook, Twitter e Google+

 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
Ing. Luigi P.

E c'era bisogno del tar per far conoscere questa procedura ? Il tecnico che ha redatto la pratica a questo signore, protocollandola poi al SUE dove si è laureato, o quanto meno giusto per correttezza (visto che la laurea con l'esperienza sul campo sono due cose separate), non hai mai letto una norma ? non hai mai fatto pratiche simili ? non ha chiesto, semmai lo avesse ignorato, agli uffici competenti, qual'era quello di competenza per una pratica simile ? E a maggior ragione ... il tecnico comunale che ha esaminato pratica, il suo dirigente, non avevano la minima idea che stessero commettendo un illecito amministrativo ? Ecco come va l'Italia, ci vuole un Tribunale Amministrativo Regionale (con tutto l'impegno del privato cittadino e del pubblico, annesso e connesso alle spese che tutto ciò comporta), per fare chiarezza su norme che sono già chiare (e questo in Italia capita davvero raramente). POVERI NOI !!!

Sondaggi Edilportale
Energia, edilizia, impianti, progetto: la Renovation Wave è il futuro?
Partecipa
Imposta la nazione di spedizione

La scelta della nazione consente la corretta visualizzazione dei prezzi e dei costi di spedizione