Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Edilportale Digital Forum, al via il primo Summit online della Filiera delle Costruzioni
TECNOLOGIE Edilportale Digital Forum, al via il primo Summit online della Filiera delle Costruzioni
FINANZIAMENTI

Scuole, finora assegnati 91 milioni di euro per 462 interventi

di Paola Mammarella

Miur: ancora disponibili 59 milioni per appaltare 230 lavori entro il 30 aprile

Vedi Aggiornamento del 11/06/2014
Commenti 10100
04/04/2014 – Ai lavori di riqualificazione degli edifici scolastici sono stati finora assegnati 91 milioni di euro sul totale di 150 milioni messi a disposizione dalla Legge del Fare per la realizzazione di 692 opere. Le risorse finanzieranno 462 interventi. Ne mancano quindi all’appello 230, da realizzare con i 59 milioni ancora disponibili.
 
I dati sono stati diffusi dal Miur, Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, che ha anche ricordato come gli Enti locali che devono ancora appaltare i lavori abbiano tempo fino al 30 aprile per completare le procedure.
 
In caso contrario, le risorse assegnate saranno revocate e si procederà allo scorrimento delle graduatorie.
 
A meno di un mese dalla scadenza dei termini, risultano quindi assegnati il 66,8% degli interventi e il 60,5% dei finanziamenti.
 
Vedi l’infografica del Miur
 
Le uniche Regioni ad aver completato le procedure di affidamento dei lavori ammessi al finanziamento sono la Valle d’Aosta e la Basilicata. Vicine al traguardo anche Piemonte, Friuli Venezia Giulia, Marche e Umbria, dove mancano poche aggiudicazioni per il completamento delle graduatorie. Buona anche la situazione dell’Emilia Romagna, la Regione col maggior numero di interventi ammessi (118), che ne ha finora appaltati 90. Ancora ferma, invece, la Puglia che, a causa di una serie di ricorsi, non ha ancora affidato neanche uno dei 30 interventi ammessi.
 
Vedi gli interventi ammessi e aggiudicati regione per regione
 
Ricordiamo che, inizialmente, la Legge del Fare aveva fissato al 28 febbraio 2014 il termine per affidare i lavori senza vedersi revocare i finanziamenti. A quella data, però, risultavano assegnati solo 207 interventi per un totale di  35,7 milioni, cioè meno del 30% dei lavori possibili e meno di un quarto delle risorse a disposizione.
 
Per risolvere questa criticità, il Milleproroghe ha spostato al 30 aprile 2014 il termine oltre il quale il mancato affidamento comporta la revoca dei finanziamenti.
 
Nelle Regioni in cui le procedure sono state rallentate dai ricorsi contro le graduatorie, la deadline è invece slittata al 30 giugno 2014. Si tratta della Puglia, che è ancora ferma, e della Campania, dove a fronte di 32 interventi ammessi ne sono stati appaltati 3.
 
Il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Stefania Giannini, ha commentato i dati diffusi affermando che “la proroga sta permettendo di non vanificare il lavoro fatto per l’assegnazione di queste preziose risorse”.
 
“Come specificato anche nelle Linee programmatiche in Parlamento – ha concluso il Ministro - stiamo predisponendo un Piano pluriennale che ci porterà a intervenire in altre 10 mila scuole su tutto il territorio nazionale. Nel frattempo - i nostri uffici monitoreranno costantemente la situazione affinché tutti gli interventi previsti dal piano da 150 milioni siano assegnati entro la scadenza prevista”.

Il Piano per la riqualificazione delle scuole è anche al centro del programma di Governo di Matteo Renzi, che per questo obiettivo ha stanziato 3,7 miliardi di euro. Il Presidente del Consiglio, dopo essersi insediato, ha invitato i sindaci a segnalare gli interventi più urgenti nei loro Comuni.
 
I lavori segnalati potranno essere realizzati in modo più spedito grazie ad una serie di deroghe alle norme sul permesso di costruire e a quelle sugli appalti.
 
Per coordinare gli interventi è stata attivata presso Palazzo Chigi un’unità di missione che sta lavorando a pieno ritmo per dare una risposta personalizzata a tutti i sindaci. Finora, ha affermato il sottosegretario all'Istruzione, Roberto Reggi, sono arrivate più di 5 mila richieste, anche se quelle utili sono circa 4 mila, concentrate prevalentemente su interventi di piccola manutenzione e di media consistenza
 
Il piano di riqualificazione, ha annunciato Roberto Reggi, partirà in estate, a scuole chiuse, proseguirà nelle vacanze natalizie e continuerà nell'anno successivo.



 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui