Carrello 0
A Milano la 'Casa a due altezze' di Disegnoinopera
CASE & INTERNI

A Milano la 'Casa a due altezze' di Disegnoinopera

di Cecilia Di Marzo

Qualità spaziale amplificata dalla generosa altezza di interpiano

19/05/2014 - L’appartamento ristrutturato dagli architetti di Disegnoinopera appartiene a un elegante edificio del 1911 posto in una via storica di Milano, via Meda. Il nome “Casa a due altezze” nasce dal generoso interpiano dell’appartamento di 3.75m.

Non una vera e propria doppia altezza ma un’altezza tale da permettere la sovrapposizione di funzioni, come ad esempio in camera da letto in cui un armadio-guardaroba disegnato su misura è al contempo un angolo studio, o nella camera dei piccoli dove in quota c’è lo spazio dedicato ai letti.
L’altezza contribuisce di per sé a conferire qualità agli spazi amplificando la dimensione dello spazio.

Ai toni chiari e uniformi e alle linee pulite dell’arredo, scelto fra pezzi originali di design scandinavo, fa da contrappunto la quinta decorativa al di sopra del mobile cucina che reinterpreta il tema dei piatti decorati della tradizione mediterranea a cui appartiene la padrona di casa, mediante la composizione dei rosoni di gesso di diverso disegno e dimensione, decorazione ripresa poi anche dagli interni delle due lampade sospese sul tavolo da pranzo.
Una nota decorativa è presente anche nel disegno dell’armadio-guardaroba della camera da letto fatto da bucature circolari che articolano il parapetto della scala e che sono anche le maniglie delle ante.

A completare la “scatola” sono un parquet di rovere biondo posato a disegno con una rivisitazione del classico “fascia-bindello”, le ceramiche in bassorilievo decorate che rivestono il bagno principale e il soffitto affrescato della camera da letto, rinvenuto durante i lavori di ristrutturazione.

© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Bonus per la casa, come migliorarli? Leggi i risultati