Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Edilportale Digital Forum, giro di boa per la prima fiera virtuale dell’edilizia
TECNOLOGIE Edilportale Digital Forum, giro di boa per la prima fiera virtuale dell’edilizia
PROFESSIONE

Certificati energetici in ‘svendita’: gli ingegneri di Catania non ci stanno

di Rossella Calabrese

L’Ordine catanese ha segnalato ai Consigli di disciplina gli iscritti che offrono gli ACE a prezzi stracciati

Vedi Aggiornamento del 07/06/2017
Commenti 41891
27/05/2014 - “Sono stati segnalati ai Consigli di disciplina territoriali i professionisti, iscritti all’Albo degli Ingegneri di Catania, che tramite piattaforme on line di scontistica, in particolar modo Groupon.it, hanno pubblicizzato prestazioni nel campo della certificazione energetica promuovendole con compensi di gran lunga ridotti rispetto alla media consueta dei parametri di riferimento”.
 
Lo fa sapere l’Ordine degli Ingegneri di Catania tramite la sua pagina Facebook, aggiungendo che “attualmente, seguendo azioni analoghe in ambito nazionale, si sta accertando se tale comportamento trasgredisce de facto il Codice etico e deontologico e i principi di decoro professionale sanciti dal Codice civile”.
 
“Il presidente dell’Ordine, Santi Cascone - prosegue la nota - esprime l’intolleranza della categoria nei confronti di condotte professionali di dubbia correttezza” e dichiara di voler “porre fine a dilaganti atteggiamenti che compromettono la qualità delle prestazioni. L’obbligo della certificazione energetica degli edifici, infatti, è stato un importante risultato a tutela degli interessi diffusi dei cittadini, e non può essere così minato e vanificato”.
 
Facendo una veloce ricerca, per la zona di Catania è online un’offerta per la certificazione energetica di un’abitazione con sopralluogo, rilascio del certificato e accatastamento al catasto regionale, a 49 euro invece di 350, proposta da uno studio di ingegneria e sicurezza.
 
Prezzi in linea con il resto d’Italia: allargando il campo della ricerca, si trovano offerte a prezzi che vanno dai 39 euro (invece di 350) di uno studio di Napoli, ai 49 euro (invece di 250) di un ingegnere di Bologna, ai 59 euro (invece di 300) di un professionista di Torino 59, fino ai 69 euro (invece di 400) di uno studio di Como. 
 
I commenti, poco meno di 30, al post dell’Ordine di Catania sono tutti concordi nel censurare i colleghi che vendono a prezzi irrisori le proprie prestazioni professionali.
 
C’è chi chiede “azioni disciplinari nei confronti di chi commercializzi e svenda la professione, compromettendo la credibilità della categoria” e chi propone che “le prestazioni afferenti la fede pubblica (collaudi, certificazioni, sicurezza cantieri) non vengano assimilate a semplici prestazioni professionali ma siano svincolate dalle procedure di libera concorrenza”.
 
 
Per aggiornamenti in tempo reale su questo argomento segui la nostra redazione anche su Facebook, Twitter e Google+
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
That's really shwred

That's really shwred! Good to see the logic set out so well.

thumb profile
antonello

Sig. Pasquarelli, sarei curioso di sapere che lavoro fa lei, come si guadagna da vivere e come è utile alla società.....ci illumina?

thumb profile
pippis

Gentilissimo Pasquarelli, il racconto della sua esperienza dimostraappunto che NON esiste una lobby dei tecnici, altrimenti entrambi le avrebbero fatto pagare 500 euro l'ACE o APE che sia, come fanno altre categorie che invece fanno "cartello" in modo assai uniforme: non avrebbe mai trovato un notaio che le fa il rogito di compravendita immobili a 400 euro anziché 4000 - tasse escluse, parlo di parcella del notaio. Se ci fosse una lobby dei tecnici anzitutto l'APE lo potrebbero fare solo i "tecnici" del settore edilizia/energia, che professionalmente sono gli unici che hanno gli strumenti culturali e formativi per farlo; invece da subito la possibilità di fare attestati energetici sugli immobili è stata data a Agronomi, forestali, topografi, geometri, elettrotecnici, periti vari, chimici, etc. Adesso poi, con la ridicola frequenza di un ridicolo corso da 40 o 80 ore l'APE lo può fare chiunque, dalla cameriera al cardiochirurgo, dal fornaio al filosofo, dal giornalista Tv alla soubrettina... come se un corso di 40 o 80 ore potesse sostituire l'apprendimento di anni di studio e di professione tecnica. La invito quindi a rivolgere altrove le sue critiche: in Italia le lobbies certo non mancano, ma pensare che esista quella dei tecnici, cui è stato tolto ogni mezzo di svolgere dignitosamente la professione e sono stati lasciati, salvo poche ricche eccezioni tipo archistar, a sopravvivere ai limiti dell'indigenza, ecco, non solo è ridicolo, ma ci fa anche parecchio incazz..e, a noi tecnici.

thumb profile
Stefano

Generalizzando il tema: senza tariffe professionali e, soprattutto, SENZA CONTROLLI A VALLE DELLA QUALITA' DEL LAVORO SVOLTO chi e' in grado di dire che 350 euro vanno bene e 50 no? Dove si trova il punto critico? 250? 235? con che criterio lo stabilisco? chi offre la prestazione per 50 euro avra' fatto i suoi conti: se ci guadagna buon per lui, se ci rimette peggio per lui. Sicuramente il lavoro sara' pessimo ma...... chi se ne accorge? Eliminare le tariffe ed affidarsi alla tanto osannata "concorrenza del lbero mercato" senza contemporaneamente organizzare un sistema di controllo che sanzioni pesantemente chi fa il furbo porta a questi risultati..........................

thumb profile
Pasquarelli

Gentile sig. Pippis, non se la prenda. Le lobbies ci sono, perché sicuramente la legge che ha istituito la certificazione energetica così com'è serve solo a far fare soldi ai più furbi e non serve a nulla. Sempre così com'è chiedere il pagamento di 350 euro è un furto legalizzato. La mia personale esperienza (per quel che può valere): ho dovuto richiedere 2 certificati di certificazione energetica per 2 diverse unità abitative. Per uno sono ricorso ad un "professionista" che mi ha letteralmente ciulato 380 euro dicendo pure che mi faceva un trattamento di favore, per il secondo ho pagato 48 euro e trattavasi di una villa. Le posso garantire che il lavoro e la documentazione rilasciata da entrambi i tecnici è stata identica, come il tempo dedicato dagli stessi al lavoro. Per le altre sue rimostranze, che posso dirle, ha ragione, ma non dia la colpa a me. Mi stia bene

thumb profile
pippis

Gentilissimo Pasquarelli, dove le vede lei le lobbies dei tecnici? ... Non esiste una categoria professionale più bistrattata sfruttata e beffata da clienti, imprese e governo: Veda ad esempio la ridicola assicurazione obbligatoria per i ragazzi a p.iva che lavorano come manodopera a basso costo negli studi grandi, senza firmare uno straccio di progetto, ma obbligati da legge e CNi ad avere la Rc professionale. Vedi la ridicolissima presa in giro della formazione permanente, gigantesca truffa ai danni dei professionisti tecnici, fatta solo pèer ragalare un bel po' di soldi a ordini e enti di formazione, ma del tutto inutile per migliorare la qualità dei professionisti, costretti solo a pagare altri balzelli indiretti per continuare ad aver il diritto di esercitare il mestiere di tecnico. Veda la super-ridicola farsa del POS che ci stanno obbligando a tenere sul comodino, specie a noi piccoli senza studio vero e proprio, che lavoramo in studi di terzi con l nostra piccola p.iva... Veda l'abolizione delel tariffe, che garantivano una retribuzione dignitosa ... Veda lei dove vuole, e mi dica cosa trova fatto a favore della "potente" lobby dei tecnici,... e poi si vergogni un po' delle sciocchezze che ha affermato, per favore....

thumb profile
Pierugo

Mi trovo, per alcuni versi, in linea con il pensiero di alcuni che hanno commentato su Fb, ed in particolare sul fatto che, allo stato attuale, per come è concepito il sistema dell'emissione dei certificati energetici, si è venuta a creare una conseguenza facilmente prevedibile. Signori e signore, finitela con le belle parole, si tratta di prestazioni che nella pratica non hanno nulla a che fare con l'essere un professionista tecnico. L'obbligo è di per sè qualcosa che ci sprona a cercare sempre la soluzione a più basso costo. Questo vale sia per noi (vedi discorso assicurazione professionale) sia per chi deve vendere/affittare e deve consegnare l'APE. Ma la colpa non è nè dei committenti, ai quali importa ben poco, nè di chi offre prestazioni a basso costo, ma del legislatore e di tutti gli organismi che hanno pensato bene di lucrarci a scapito della professionalità (provate a spulciare il sito dell'Odatech per rendervene conto). Devono cambiare le cose, deve cambiare il sistema. Deve cambiare l'approccio. Per prima cosa, via l'obbligo per le compravendite e gli affitti (e soprattutto non ho mai capito perchè l'onere spetta a chi deve vendere e non a chi deve comprare. Ma l'interesse a riqualificare secondo voi chi dovrebbe cogliere?). Secondo, procedure ben dettagliate con obbligo (e questa volta ci sta!) di produrre documentazione esaustiva e ben descritta, sul modello pratica Casaclima. Sempre sul modello Casaclima, il rilascio effettivo della classificazione deve essere approvato con il benestare degli organismi stessi (quelli che adesso si divertono a lucrare) andando a esaminare la documentazione e ispezionare i lavori (ove previsti).

thumb profile
Mario Pasquarelli

Forse tanti dei professsionnisti che scrivono lamenandosi non sanno neppure che le tariffe degli ordini sono state abolite. E pretenderebbero di fare certificazioni energetiche serie!!!! Considerando che l'obbligo della certificazione energetica, così come è prevista, è un'altra bufala all'italiana ed un regalo alla categoria deì tecnici, viva la conccorrenza. Dirò di più: come è un furto legalizzato il pagamento biennale per la revisione dell'auto perchè imposta dallo Stato, la certificazione energetica per i vecchi appartamenti dovrebbe essere fatta gratuitamente dai tecnici dei vari Comuni. Non si può sempre speculare sull'acquiescenza e la debolezza del cittadino, continuando a tartassarlo a beneficio delle più svariate lobbies!!!

thumb profile
Maurizio

Sono un Ingegneri inscrito all'albo che peró non esercita lá professione. Mi chiedo un certificato energetico eseguito attraverso un sw semplicemente comunicando come cliente 2 o 3 parametri come i mq e il tipo di finestre che senso ha?

thumb profile
Andrea

questa è la conseguenza dell'aver tolto i minimi tariffari, non c'è da stupirsi se poi i professionisti oggi guadagnano meno di un operaio!!!!!!!!!!!!

thumb profile
stufo di sopportare

PLAUSO ED APPLAUSO all'ORdine di Catania ... spero che altri ordini seguano l'iniziativa. E già che ci sono, anche quelli che su groupon o altre boiate simili offrono il progetto di ristrutturazione a 100 euro ... ORdini degli Architetti, che fate, dormite? E Zambrano ha niente da dire sui Groupon a 49 Euro? E l'architetto Paola Muratorio di Inarcassa (delal qualle corre voce che sia socia di una di queste società che offrono APE a 4 soldi su internet)?

thumb profile
Ing. Luigi P.

Ottima iniziativa. Punire chi proclama miracoli (in termini economici) per una prestazione professionale che ne vale almeno 10 volte tanto (sempre in termini economici) è atto dovuto per salvaguardare il decoro professionale che in questo tempo di magra, e di liberismo puro (e deleterio da quanto si legge), non esiste più da tempo. Inoltre aggiungo, chi compra questi coupon pensando che ha fatto l'affare, ovviamente fa parte dell'italiano medio, il quale non bada alla qualità ma al minor costo ... ed anche questo è un retaggio storico che il nostro popolo si porta dietro ... Cosa aggiungere, io sono di Salerno, qualsiasi iniziativa tesa a riqualificare la nostra professione troverà me, e spero tanti altri, pronti a far fronte comune contro questi avvoltoi spregiudicati che non riesco a definire professionisti. Saluti a tutti.

thumb profile
Mario

Sono d'accordo che la professione deve avere un decoro, però se non si fa un'azione congiunta tra tutti gli ordini (geometri, periti, architetti ecc...) va a finire che spariscono gli ingegneri a 39 euro ma rimarrano tutti gli altri, quindi alla fine gli ingegneri non guadagneranno neanche i 39 euro. O tutti o nessuno!!!! Se la professione fosse veramente libera cioè che gli incarichi non li prenderebbero solo i professionisti vicini alla politica, lavoreremmo tutti e meglio invece dei soliti noti, si fa la guerra ai poveri, si campa per pagare INARCASSA.

thumb profile
Mauro

ottima l'iniziativa di Catania, è ora di finirla di "svendersi" per chissà quale lavoro futuro, a volte sento dire che "io faccio il prezzo basso come investimento per farmi conoscere e farmi pubblicità del mio studio". io rispondo che lo sconto ci può stare, ma un minimo di decoro …. tutta questa gente sta rovinando i professionisti SERI che spendono tempo e professionalità in quello che fanno e creando la convinzione nel cliente che questo attestato di prestazione energetica sia solo un foglio di carta colorato in cui inserire dei numeri a caso, magari nel giro di qualche minuto ( senza fare il sopralluogo naturalmente …). apprezzabile ciò che sta facendo l'ordine degli ingegneri, ma a mio avvisto finche non ci sarà una azione disciplinare congiunta tra tutti gli ordini e collegi d'Italia, sarà difficile eliminare queste cose …. poi dopo rimangono tutti quei personaggi di discussa professionalità che non appartengono ad un ordine o ad un collegio a cui lo stato e le regioni hanno permesso di poter partecipare alla compilazione degli attestati online con un corso online …. e quindi vai con gli attestati a 39 euro … tanto chi se ne frega se non è corretto … nessuno mi dirà mai nulla visto che on appartengo ad un ordine o collegio e poi non ci sono nemmeno le sanzioni …