Carrello 0
AZIENDE

AGC Glass Europe presenta SunEwat XL, il vetro stratificato con celle fotovoltaiche

20/05/2014 - Il settore BIPV (Building-Integrated PhotoVoltaic) è in piena espansione, con molti architetti che cercano soluzioni in grado di integrare la produzione di elettricità nei materiali per l’edilizia. Già da molti anni SunEwat XL di AGC Glass Europe, un vetro che produce elettricità, offre ai professionisti del settore innumerevoli possibilità per l’impiego in facciate, tettoie, frangisole, parapetti o persiane. Grazie allo sviluppo tecnologico del prodotto, che permette di resistere a temperature più elevate, l’Azienda ora propone anche una nuova applicazione per i sottofinestra.

L’intera superficie disponibile della facciata è così in grado di produrre elettricità e le prestazioni energetiche dell’edificio si presentano quindi notevolmente migliorate. AGC Glass Europe garantisce il mantenimento delle prestazioni del prodotto fino a temperature di 100°C.

Il principio di SunEwat XL si basa su celle fotovoltaiche, mono o policristalline, incorporate in un vetro stratificato di sicurezza, installato in sostituzione dei tradizionali elementi costruttivi nell’involucro dell’edificio. Grazie a queste celle direttamente integrate nelle superfici di vetro, si evita di aggiungere un impianto fotovoltaico indipendente. Questi moduli prodotti su misura (con possibilità di variare dimensioni e potenza elettrica) si possono adattare a qualsiasi progetto, ad esempio: per migliorare il comfort in termini di isolamento termico o per esigenze estetiche, si possono infatti integrare con altri prodotti in vetro (vetrata isolante, utilizzo di vetro serigrafato o colorato, …).

I moduli SunEwat XL offrono ad architetti e progettisti tutte le garanzie necessarie: sono, infatti, conformi alle normative più recenti grazie alle certificazioni EN 14449 (edifici), IEC 61215 e IEC 61730 (fotovoltaico). Inoltre, per ottenere più crediti nei sistemi di certificazione degli edifici LEED e BREEAM, questi moduli possono contribuire in maniera considerevole all’ottenimento di crediti nel sistema di certificazione LEED (fino a 7 punti per la versione 3 e 3 punti per la versione 4, categoria “Renewable Energy Production”) e nel sistema di certificazione BREEAM International New Construction (fino a 2 punti nella categoria “Low and Zero Carbon Technologies”). Queste certificazioni internazionali, che valutano la performance ambientale degli edifici, sono sempre più utilizzate dagli architetti e dai progettisti nello studio di un progetto.

AGC Flat Glass Italia su Edilportale.com
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Quanto è equo il compenso dei professionisti? Leggi i risultati