Carrello 0
LAVORI PUBBLICI

6000 Campanili, in Gazzetta la graduatoria

di Paola Mammarella

50 milioni finanzieranno 59 interventi di riqualificazione e messa in sicurezza del territorio

Vedi Aggiornamento del 21/05/2015
06/06/2014 – È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DM 46/2014 con la graduatoria degli interventi che beneficeranno di circa 50 milioni di euro nell’ambito del programma 6000 campanili.
 
Si tratta della seconda tranche di fondi messi a disposizione dalla Legge di Stabilità per il 2014 per la realizzazione di infrastrutture, edifici pubblici, reti NGN e WI-FI e messa in sicurezza del territorio, che si sono sommati ai 100 milioni stanziati dalla Legge del Fare.
 
In Gazzetta è stato inoltre pubblicato il DM 13 marzo 2014 che introduce una rettifica formale nella graduatoria. Dato che era stato erroneamente inserito nell’elenco dei beneficiari il comune di Faedo per l'importo di 655.000,02 euro, anziché il comune di Calavino, per 788.859,42 euro, lo stanziamento complessivo è passato da 49.343.810 euro a 49.477.468,42 euro.
 
Ricordiamo che il Programma 6000 Campanili ha mosso i suoi primi passi con la Legge del Fare, che ha stanziato 100 milioni di euro per i Comuni con popolazione inferiore a 5 mila abitanti interessati a realizzare interventi di adeguamento, ristrutturazione e nuova costruzione di edifici pubblici, adozione di misure antisismiche, manutenzione delle reti viarie realizzazione di infrastrutture accessorie, reti telematiche e messa in sicurezza del territorio.
 
Il budget è stato assegnato a 115 progetti attraverso un click day avvenuto il 24 ottobre 2013, dopo il quale è stata redatta una graduatoria.
 
Dato l’alto numero di domande presentate, la Legge di Stabilità per il 2014 ha stanziato altri 50 milioni, che hanno reso possibile lo scorrimento della graduatoria  e il finanziamento di altri 59 progetti.



 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Bonus per la casa, come migliorarli? Partecipa