Carrello 0
PROFESSIONE

Architetti: “si acceleri sulle politiche di riuso del territorio”

di Rossella Calabrese

Conclusa a Lampedusa la Festa dell’Architetto. Presentati i Premi 2014

Vedi Aggiornamento del 15/06/2015
16/06/2014 - “Semplificazione burocratica e riforma della Pubblica Amministrazione; una nuova legge urbanistica e di governo del territorio, che consenta politiche di limitazione di uso del suolo e processi di rigenerazioni urbane; una nuova legge sugli appalti, che persegua la qualità architettonica diffusa e privilegi l’istituto del concorso di progettazione quale strumento di trasparenza e democrazia”.
 
Da Lampedusa lo chiedono al Governo, al Parlamento e ai Governi regionali gli architetti italiani nella giornata conclusiva della Festa dell’Architetto 2014 dal titolo “L’Architettura è per tutti” che ha anche ospitato la Conferenza nazionale degli Ordini provinciali. 

La Festa - istituita nel 2013 per celebrare il 90° anniversario della fondazione dell’Ordine e per  riflettere su come la professione sia cambiata in questi decenni e sulle peculiarità che oggi la distinguono e la caratterizzano - è quest’anno dedicata al tema dell’architettura dell’emergenza e dell’accoglienza.

Dall’isola, luogo simbolo delle speranze e delle tragedie dei tanti che attraversano il Mediterraneo in cerca di una vita e di un futuro migliori, ma anche luogo della straordinaria cultura dell’accoglienza dimostrata in questi anni dai cittadini e dalle Istituzioni, gli architetti italiani hanno ribadito il loro impegno “a promuovere politiche nazionali per la Rigenerazione Urbana Sostenibile, RI.U.SO, attraverso azioni capaci di affrontare non solo il rinnovo urbano, ma soprattutto la trasformazione delle funzioni, della socialità, della qualità dell’abitare e delle nostre città. Obiettivi questi che possono essere raggiunti con la indispensabile definizione di aspetti normativi e finanziari, capaci di concretizzare condivise volontà politiche di cambiamento e di trasformazione”.
 
Ribadendo la funzione sociale dell’architettura a servizio dell’intera comunità, gli architetti italiani sottolineano come “le politiche di RI.U.SO. siano non solo indispensabili per il futuro del Paese, ma anche una grande occasione ed opportunità per promuovere la qualità architettonica attraverso l’affermazione della cultura del progetto”.
 
Per questo motivo ritengono che “la centralità del progetto deve essere il fondamento del ruolo dell’Architetto che deve poter tornare a svolgere la propria professione tornare ad interpretare lo spazio, e non soltanto le norme”. 

I Premi 2014
E a Lampedusa sono stati presentati i premi banditi dal Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, che la giuria presieduta dall’architetto Mario Cucinella attribuirà nel 2014. Si tratta del “Premio Architetto Italiano 2014”, “Giovane talento dell’architettura italiana 2014”, “Premio Raffaele Sirica 2014, Start up giovani professionisti”.
 
Obiettivo dei tre Premi è quello di valorizzare la cultura del progetto nella sua più elevata dimensione civile e professionale promuovendoli architetti e gli studi che, anche nell’attuale difficile situazione economica, svolgono in modo esemplare, dal punto di vista tecnico ma anche etico, la professione:
 
- il Premio Architetto Italiano 2014 intende, infatti, selezionare una serie di professionisti e di opere contraddistinte da elevata qualità - e che abbiano il fine di salvaguardare e di valorizzare la cultura, il territorio italiano e l’innovazione architettonica;
 
- il premio dedicato al Giovane talento dell’architettura 2014 intende promuovere l’eccellenza dei giovani progettisti under 40, in Italia e all’estero, che si siano distinti per la promozione e la diffusione della cultura architettonica;
 
- il Premio Sirica 2014, Start up giovani professionisti, vuole essere un trampolino di lancio per gli architetti under 30 la cui attività si sia caratterizzata per l’originalità e per l’attenzione all’innovazione, mettendo al centro il progetto di architettura.
 
La giuria dei tre premi, il cui bando sarà online dal 1 luglio 2014 su www.awn.it e www.festadellarchitetto.awn.it, è composta da Francesco Barozzi (vincitore Premio giovane talento dell’architettura italiana 2013), Nicola Di Battista (direttore Domus), Francesco Fresa - Piuarch (vincitore Premio Architetto Italiano 2014), Leopoldo Freyrie (presidente del Consiglio Nazionale degli Architetti), Luciana Ravanel (AntePrima Consultants) e da un rappresentante della Conferenza degli Ordini degli Architetti PPC; la Segreteria Organizzativa del Premio sarà coordinata dall’architetto Simone Cola (presidente del Dipartimento Cultura, Promozione e Comunicazione del Consiglio Nazionale degli Architetti).
 
Sarà possibile presentare le candidature e le autocandidature tra il 1° luglio e il 30 settembre 2014. I vincitori saranno premiati nel corso di una cerimonia che si terrà presso il MAXXI di Roma nel mese di dicembre.
 
Ma non solo. Da Lampedusa il Consiglio Nazionale degli Architetti ha lanciato anche la terza edizione del Premio RI.U.SO. L’identificazione delle politiche di rigenerazione urbana sostenibile rappresenta, infatti, per gli architetti italiani, un’irripetibile ed ormai imperdibile occasione per stimolare concretamente la riqualificazione - architettonica, ambientale, energetica e sociale - delle città italiane, per consentire ai cittadini una migliore qualità dell’habitat, nonché, in questo momento di crisi, per agganciare lo sviluppo.
 
Il Premio seleziona progetti e realizzazioni che riguardino la rigenerazione sostenibile della città intesa nella sua accezione più ampia: la riqualificazione architettonica e funzionale degli spazi urbani, il recupero di aree industriali dismesse; il riciclo dei materiali all’interno dei processi edilizi; la valorizzazione di tecnologie per la sostenibilità; il contenimento del consumo del suolo; la densificazione della città; le nuove forme dell’abitare, la mobilità sostenibile; il retrofit energetico; il design for all; le smart city.
 
Patrocinato, tra gli altri, da ANCE, Legambiente ed ANCI, RIUSO 3 è promosso insieme a SAIE 2014 Built Environment Exhibition. La premiazione avverrà durante lo svolgimento del salone fieristico, a Bologna, nel mese di ottobre. Su www.awn.it, nel mese di luglio, tutte le informazioni sul Premio.

Foto tratta da: https://www.facebook.com/OrdineArchitettiAgrigento.it
 


 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
Thanks for helping m

Thanks for helping me to see things in a difnereft light.

thumb profile
gabriele

invece di fare le feste abbiate il coraggio di affrontare la realtà di una professione alla deriva per colpa di gente di troppi professionisti nel settore e facolta che a ogni settembre fanno inscrivere centinaia di persone, le stesse che fa 6 anni faranno le certificazioni energetiche per 100 euro e le scia per 200 euro. ma invece di affrontare il problema alla base voi fate le feste. bravi


x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati