Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Asseverazioni e Requisiti Tecnici, in pubblicazione i DM attuativi del superbonus 110%
NORMATIVA Asseverazioni e Requisiti Tecnici, in pubblicazione i DM attuativi del superbonus 110%
PROFESSIONE

Ingegneri, via libera alla formazione a distanza

di Rossella Calabrese

Il Consiglio Nazionale riconosce senza alcun limite i corsi svolti con questa modalità

Vedi Aggiornamento del 04/05/2016
Commenti 8338
03/06/2014 - Il Consiglio Nazionale degli Ingegneri riconosce, senza alcun limite, i corsi di formazione a distanza (FAD) ai fini della formazione continua obbligatoria.
 
L’indicazione è contenuta nella Circolare 376/2014 del CNI, che contiene la seconda parte delle linee di indirizzo sulla formazione continua, incentrata proprio sulle attività formative erogate a distanza (scarica la prima parte).
 
Oltre alle caratteristiche e ai requisiti di queste attività, il documento definisce le diverse fattispecie di esonero e le procedure per ottenerlo. Inoltre, vengono definiti i criteri per il rilascio delle certificazioni dei Crediti Formativi Professionali (CFP) e per la riconoscibilità delle attività formative frequentate all’estero.
 
“In questa seconda parte delle linee di indirizzo sulla formazione - commenta Fabio Bonfà, Vicepresidente Vicario del CNI - ci siamo concentrati sulla FAD. L’elemento più rilevante sta nel fatto che gli ingegneri non pongono alcun limite al riconoscimento della formazione svolta con questo tipo di modalità”.
 
“I regolamenti di altri ordini professionali - aggiunge Bonfà - prevedono che la FAD rappresenti solo una parte delle attività formative che, per il resto, devono essere svolte con le modalità tradizionali. Noi, al contrario, non mettendo alcun limite, abbiamo ritenuto di dover sfruttare appieno questo nuovo strumento”.
 
Le linee di indirizzo del CNI, infine, contengono le indicazioni relative alla configurazione della piattaforma informatizzata.
 
 


 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
mau

Mi sembra una buona decisione.

thumb profile
Antonio R.

Per seguire un corso di aggiornamento spesso (nel mio caso sempre) si devono fare centinaia di Km e quindi perdere giornate di lavoro per seguire magari per 2 o 3 ore per cui è meglio spendere qualche euro e restare comodamente nell'ufficio.


x Sondaggi Edilportale
Superbonus 110%, si parte col piede giusto? Partecipa